Lo Sport ad Alghero: Una questione di prospettiva e priorità

  Ad Alghero, la questione dello sport non si riduce semplicemente alla nomina di un assessore preposto. Piuttosto, il vero problema è garantire che lo sport diventi parte integrante della vita dei cittadini, in particolare dei giovani, attraverso politiche mirate e investimenti strutturali. La città ha dimostrato di poter ottenere risultati straordinari anche senza un assessore allo sport, ma ciò non significa che le sfide siano state risolte. 

  La recente vittoria del Tennis Club Alghero Mp Finance, che ha aperto le porte alla Serie A2 maschile di tennis a squadre, è un risultato storico per la città. Questo successo, come molti altri, è frutto del duro lavoro e della programmazione attenta dei dirigenti e tecnici del club, nonché del sostegno delle attività commerciali locali che vedono nello sport un fenomenale veicolo pubblicitario. Alghero vanta eccellenze sportive in diverse discipline: rugby, baseball, basket, nuoto, ciclismo, arti marziali, e molto altro ancora. Tuttavia, nonostante questi successi, la mancanza di un piano complessivo per l'impiantistica sportiva continua a rappresentare una sfida significativa. 

  L'assenza di strutture sportive adeguate costringe molte società e atleti a migrare verso altre località per allenarsi e competere, un fardello pesante che l'amministrazione di Raimondo Cacciotto deve affrontare. Le società sportive di Alghero, come l'Amatori Rugby, la Catalana Baseball, le squadre di calcio dell'Alghero, quelle di pallavolo come la Gymnasium lottano ogni giorno con la mancanza di impianti regolamentari, una situazione che limita il loro potenziale e aumenta i sacrifici richiesti a dirigenti e atleti. Fino ad aprile, la provincia potrà contare sulla presenza di Pietrino Fois come amministratore straordinario della provincia di Sassari, e sarebbe auspicabile che il movimento riformatore algherese, oggi in giunta con Francesco Marinaro vicesindaco e assessore alle opere pubbliche e manutenzioni, collaborino per raggiungere obiettivi concreti per lo sport cittadino e le palestre provinciali delle scuole.

  Fois potrebbe tentare di muovere mari e monti per la sua città d'origine, sfruttando ogni opportunità per migliorare le strutture sportive provinciali ad Alghero. La città ha dimostrato che investire nello sport può portare benefici significativi non solo in termini di risultati sportivi, ma anche come strumento di coesione sociale e sviluppo economico. Gli sponsor locali, investendo nelle società sportive, hanno contribuito a un risveglio della comunità, creando un circolo virtuoso dove lavoro, impresa e sport si sostengono a vicenda. Questo fenomeno evidenzia una comunità che si è ripresa dal letargo e che, grazie alla nuova generazione di giovani quarantenni, sta riscoprendo la voglia di osare e di fare squadra. Per migliorare ulteriormente la situazione, è essenziale che l'amministrazione comunale adotti un approccio integrato e compatto, concentrandosi su sgravi fiscali per le famiglie, sostegno alle associazioni sportive e investimenti nelle strutture. 

  La creazione di impianti moderni e accoglienti è cruciale per permettere agli atleti di tutte le discipline di crescere e competere ai massimi livelli. In conclusione, Alghero ha tutte le potenzialità per diventare un modello di eccellenza sportiva, ma ciò richiede una visione a lungo termine e una collaborazione stretta tra tutte le istituzioni coinvolte. Solo così lo sport potrà diventare realmente parte integrante della vita dei ragazzi e della comunità, garantendo un futuro prospero e dinamico per la città.

Attualità

Parcheggio spericolato ad Alghero: Un SUV tra Le mura antiche
  Alghero, Bastioni Marco Polo, nei pressi della Torre di San Giacomo, detta dei Cani. Un caldo afoso, una vacanza rilassante e Google Maps: cosa potrebbe andare storto? Ebbene, la risposta arriva sotto forma di un SUV bianco, immortalato in una posizione tanto precaria quanto inusuale, incagliato sulle storiche mura della città.

L'osservatorio di Guerrini: L'indipendentismo in Sardegna
  L'indipendentismo. In Sardegna. È nel seno di una sparuta compagnia di sventura. Politici, politicanti e rivoluzionari parolai. L'indipendenza è un target che si tira fuori per fare intendere, anche a chi non gliene importa nulla, che chi la propone è un duro. Ma in realtà è solo un burattino. Che usa quel termine con la consapevolezza che è...

Continuità territoriale e la Sardegna: una questione politica e sociale
  L'annosa questione della continuità territoriale in Sardegna, e in particolare per lo scalo di Alghero, è tornata prepotentemente alla ribalta. Il recente bando indetto dalla Regione Sardegna ha sollevato preoccupazioni tra i residenti del nord-ovest dell'isola e tra i rappresentanti politici locali. Mimmo Pirisi, presidente del Consiglio Co...

L'osservatorio di Guerrini: I centri commerciali Auchan in Sardegna
I centri commerciali Auchan. In Sardegna. Sono passati di mano. Da tempo. E per qualcuno è stato l'inizio della fine. Come accade per il Marconi, tra Cagliari e Pirri. Un gioiello. Con 45 negozi, un supermercato, la bellezza di 1600 posti auto. Un motore economico e commerciale molto importante. I negozi sono spariti uno dietro l'altro. Anche il su...

Tutto pronto per il Grand Prix Corallo 2024
  Dopo la pausa di un anno, ritorna il Grand Prix Corallo, giunto alla ventunesima edizione, organizzato dalla Asd Valverde del presidente Costantino Marcias. Domani, sabato 13 luglio, con inizio alle ore 21, nell'arena di Lo Quarter nel centro storico di Alghero, saranno consegnati i premi a personaggi popolari della televisione, del cinema, ...

L'osservatorio di Guerrini: L'abuso d'ufficio cancellato
L'abuso d'ufficio. È stato cancellato ieri sera dal codice penale. Con il voto conclusivo della Camera sulla riforma della Giustizia voluta dal ministro Nordio. E una autentica mazzata per la lotta contro la corruzione. Perché, come ben sanno i pm, l'abuso d'ufficio è sovente la chiave, nelle pubbliche amministrazioni, per scardinare filosofie corr...

L'osservatorio di Mario Guerrini: Il problema voli e della continuità territoriale
L'aereo. Lo prendevo come un taxi. Quando viaggiavo da inviato speciale Rai. Partendo da Cagliari. Il costo dei biglietti era sempre lo stesso. In qualunque periodo dell'anno. Un Cagliari-Roma mi pare si pagasse 119 mila lire. Meno dei 60 euro di oggi. Poi è arrivata la continuità territoriale. I voli sono diminuiti di frequenza. E si è diventati s...

L'osservatorio di Guerrini: La rivolta degli ulivi continua
La "rivolta degli ulivi". Continua. Nelle campagne di Selargius (Cagliari). Con compostezza, civiltà ed entusiasmo. Contro il progetto di una stazione elettrica di Terna per il Tyrrhenian Link. Da cinque giorni si è formato un accampamento di lotta pacifica. La solidarietà arriva tangibile da tutta la Sardegna. E l'area soggetta ad esproprio forzat...