Petrolio e Gas, Russia in Africa e Medio Oriente. Preoccupazione per gli accordi energetici dell'Italia

  La Russia ha annunciato che rafforzerà i rapporti con l'Africa e Medio Oriente per reagire alle sanzioni imposte da Europa e Stati Uniti. I settori definiti strategici sono quelli di Gas, Petrolio ed Energia nucleare. Quanto dichiarato dal ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, al termine del tour africano. Il Presidente di FederPetroli Italia - Michele Marsiglia "Non manca la preoccupazione ed un nuovo allarme. Potremmo trovarci in una situazione come quella che si è verificata il Libia già da qualche anno, ovvero la perdita di alcuni business energetici per l'Italia che, per una serie di situazioni, sono stati approvvigionati dalla Russia. Stiamo monitorando gli sviluppi ma non possiamo negare l'evidenza che, se la Russia volesse, si potrebbero verificare problemi politici sugli accordi recentemente siglati dallo Stato italiano". La contropartita russa in aiuto di alcuni paesi è una minaccia allo sviluppo industriale dell'Italia in Paesi strategici. Continua Marsiglia "Siamo coinvolti con grandi business e accordi di cooperazione con Egitto, Congo, Algeria ed altri, in questo momento una manovra del genere è pericolosa.

  La Russia potrebbe azionare uno scambio di aiuti con diversi paesi e destabilizzare gli accordi italiani che, ad oggi, sono solo sulla carta e in via di sviluppo. La fase iniziale è la più delicata, l'Algeria ha aumentato i flussi di gas verso l'Italia, ma in Africa e Medio Oriente, un cambio di direzione politica ed industriale è all'ordine del giorno, come già accaduto più volte". L'interesse russo per l'Africa in particolare. "Parliamo di grandi risorse energetiche nel Paese. Negli ultimi mesi gli accordi più significati sono stati siglati in Africa. E' evidente che si punta a destabilizzare la politica energetica italiana ed i Contratti siglati. Forse il nostro paese ha sottovalutato alcune mosse del Cremlino che stanno minando la nostra politica estera. Diversi paesi giocheranno su più tavoli geopolitici. Questa la dimostrazione che se per l'Europa la Russia è un paese da cancellare, per il resto del Mondo le cose sono diverse, specialmente in campo Oil & Gas" in conclusione il Presidente di FederPetroli Italia.

Attualità

Quando la messa è più importante di tutto - Anziana investe tre ciclisti
  Rivamonte Agordino, nel bel mezzo della 29esima Sportful Dolomiti Race, un evento ciclistico di rilievo europeo, si è consumata una scena surreale.  Un'anziana signora, alla guida della sua Peugeot, ha deciso che il suo appuntamento con la messa non poteva aspettare. Nonostante il blocco stradale, ha forzato il passa...

Un battito per la vita: dramma e salvezza al porto di Alghero
  Alghero, 16 giugno 2024 – Era una mattina come tante altre al porto di Alghero. Il sole stava iniziando a scaldare l'aria, mentre i pescatori preparavano le reti e i turisti curiosi esploravano i dintorni. Ma all’improvviso, l’ordinario si è trasformato in straordinario, e un giovane ha lottato contro il tempo, il destino appeso a un filo so...

L’Italia e la scandalosa scarcerazione di Ilaria Salis: una vergogna per l’Europa
  La scarcerazione di Ilaria Salis, avvenuta dopo 16 mesi di detenzione in Ungheria, è un evento che riflette tristemente sull'immagine dell'Italia in Europa. Non basta solo la liberazione della Salis, ottenuta grazie alla sua elezione a eurodeputata, ma la modalità con cui questa è stata raggiunta solleva molti interrogativi. Il fatto che ...

Sardegna in rivolta: "Non vendiamo la nostra terra ai signori del vento"
  Un assalto in piena regola, un'invasione che nessuno ha chiesto e che pochi, davvero pochi, sembrano voler fermare. La Sardegna, terra di storia e cultura millenaria, è sotto attacco da parte delle multinazionali dell'energia rinnovabile. Decine di autorizzazioni per impianti eolici e fotovoltaici stanno trasformando l'isola in un campo di b...

Olanda: istruttori di guida possono scambiare lezioni per sesso
  L'Olanda, terra di tulipani e liberalismo, ci sorprende ancora una volta con una normativa che sembra uscita da un romanzo satirico. È infatti legale per gli istruttori di guida offrire lezioni in cambio di sesso, purché l'iniziativa parta dall'istruttore e non dall'allievo. Insomma, una sorta di "baratto moderno" che fa alzare più di un sop...

Una nuotata contro natura
  Il sogno di Lia Thomas, la nuotatrice transgender statunitense, di partecipare all’Olimpiade di Parigi 2024 è svanito, e forse è meglio così. Nel 2022, Thomas aveva fatto scalpore nei tornei americani, ma il 12 giugno ha perso la causa contro World Aquatics presso il Tribunale arbitrale per lo sport. Questo verdetto le impedisce di partecipa...

L’escursionista indiscreta e l’ambientalismo esasperato: un mix letale per Budelli
  L’ennesima influencer, con la solita arroganza, si è infiltrata nella sacra Spiaggia Rosa di Budelli, fregandosene altamente dei divieti. Un atto di pura incoscienza, direte. E avete ragione. Ma non sono da meno gli ambientalisti estremisti, che gridano allo scandalo con la bava alla bocca, come se la povera spiaggia fosse stata violata da u...

Eredi del Sardus Pater: Fermate lo Scempio!
  Quando si parla di Sardegna, viene subito in mente un’isola di bellezze mozzafiato, storia millenaria e tradizioni che risalgono a tempi immemorabili. Ma che cosa succede quando la modernità, con la sua fretta di “sviluppo” e “innovazione”, minaccia di cancellare con un colpo di spugna questo patrimonio inestimabile? È quello che sta accaden...

Ilaria Salis e il minuto di silenzio di Fratelli d'Italia
  In un recente consiglio comunale a Lucca, la consigliera di Fratelli d'Italia, Laura Da Prato, ha chiesto un minuto di silenzio per l'elezione di Ilaria Salis, una figura controversa arrestata in Ungheria per presunti atti di violenza. La proposta, presentata tra il serio e il faceto, ha scatenato immediate polemiche. Mentre l'opposizione ha...

UFO e Harvard: scienza o fantascienza?
  L’annuncio recente proveniente da Harvard, secondo cui frammenti di un presunto UFO sarebbero stati rinvenuti nell’oceano Pacifico, ci costringe a riflettere sullo stato della ricerca scientifica e sulle derive della stessa. Sì, avete capito bene: l’eminente professore Avi Loeb afferma di aver recuperato quelli che potrebbero essere i resti ...