Le giornate del Romanico: Sardegna in primo piano con oltre 60 chiese aperte

  Nel cuore della Sardegna, una celebrazione senza precedenti attende appassionati d'arte e storia. Più di 60 chiese romaniche saranno protagoniste delle “Giornate del Romanico”, un evento imperdibile curato da Italia Romanica, risultato dell'unione di tre importanti enti: Fondazione Sardegna Isola del Romanico, Fondazione Lemine e Le Vie dei Tesori. Quest’anno, l'iniziativa presenta un calendario ricco: oltre 100 chiese tra Sardegna, Sicilia e Lombardia apriranno le loro porte, senza prenotazione e gratuitamente, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Il Cuore Medievale della Sardegna La Sardegna, in particolare, ha fortemente contribuito alla celebrazione dell'architettura medievale italiana, instaurando delle giornate particolari per il suo patrimonio romanico.

  I visitatori avranno l'opportunità di immergersi in edifici storici risalenti tra il X e il XIII secolo, rappresentanti di un'epoca in cui arte, architettura e scultura costruivano la cultura di intere comunità. Durante questi giorni speciali, i comuni sardi garantiranno non solo l'apertura di queste magnifiche chiese, ma anche una serie di eventi collaterali che celebrano il territorio. 

  Un Viaggio nel Tempo: Weekend tra Storia e Tradizione 

  Durante il primo weekend, località come Bonarcado, Gesico, Samassi e molti altri riserveranno sorprese e approfondimenti per i visitatori. Tra chiese uniche nel loro genere, come quella dedicata a San Geminiano a Samassi, e perle architettoniche come la cripta di Santa Giusta, i partecipanti saranno avvolti da un'atmosfera di sacralità e storia. Le settimane seguenti vedranno protagonisti altri luoghi incantevoli: dalla maestosa chiesa palatina di Ardara, passando per la cattedrale di Porto Torres, fino ad arrivare alla chiesa templare di San Leonardo a Santu Lussurgiu. E infine, nell'ultimo fine settimana, l'invito è a scoprire gioielli come la Cattedrale di San Pantaleo a Dolianova e l'antica cattedrale di Sant’Antioco di Bisarcio. 

 Una Celebrazione Aperta a Tutti 

  "E’ la grande festa del Romanico a cui tutti possono prendere parte gratuitamente", afferma Antonello Figus, presidente della Fondazione Sardegna Isola del Romanico. L'entusiasmo per la celebrazione del patrimonio romanico è palpabile e la Sardegna, con il suo ricco patrimonio, guida la riscoperta di questa eredità. 

  Come Partecipare 

 Le date da segnare sono il 16-17 settembre, 23-24 settembre e 30 settembre-1° ottobre. Per avere informazioni dettagliate sulle chiese aperte e gli eventi programmati nei singoli comuni, basta visitare www.romanicosardegna.org. Una porta aperta sulla storia, l'arte e la cultura della Sardegna vi aspetta.

Cultura

Cronache della Repubblica: I Presidenti d'Italia Giovanni Gronchi: L'uomo del popolo
  Benvenuti al terzo appuntamento di "Cronache della Repubblica", dove esploriamo le vite e i mandati dei Presidenti della Repubblica Italiana. Oggi ci addentriamo nella storia di Giovanni Gronchi, il terzo Presidente della Repubblica, un leader carismatico e uomo del popolo che ha segnato un'epoca di trasformazioni sociali ed economiche. ...

Il patrimonio culturale dell’abito femminile tradizionale di Sardegna.
  L’abito tradizionale sardo, in tutte le località isolane, ha sempre mostrato le sue particolarità sartoriali in intimo legame con gli altri preziosi insiemi culturali d’ambito demoetnoantropologico, quali sono i balli e gli strumenti musicali, la liturgia e la paraliturgia cristiana, le superstizioni e le leggende, le dinamiche della nas...

L'universitario sardo Salvatore Calvia e il Risorgimento italiano
  Il Congresso di Vienna che segue il periodo napoleonico, ristabilisce l’assetto assolutistico dei regni in Europa provocando di fatto un ventennio di insurrezioni popolari che sfociano indissolubilmente nella Primavera dei Popoli nel 1848. Il fine dei moti del ‘48, è quello di cambiare i governi della cosiddetta “restaurazione” con organ...

L’arte di collezionare vinili di Paolo De Socchieri.
  È una vera e propria vocazione, che ripercorre le straordinarie vie della Musica, per diventare, poi, una vera e propria Arte; quell’arte di collezionare vinili, che accompagna la personale storia di Paolo De Socchieri: cantante, e professionista nel settore degli studi di registrazione. Il primo impatto di Paolo De Socchieri con la mus...