Giovanni Storti critica l'eolico in Sardegna: "Uno sfregio al paesaggio"

  Giovanni Storti, noto membro del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, prende posizione contro lo sviluppo eccessivo dell'energia eolica in Sardegna. Con un intervento critico, l'attore esprime preoccupazione per il futuro del paesaggio isolano, in risposta ai numerosi progetti eolici previsti, soprattutto in Gallura. 

  "L’Europa ha decretato che entro il 2030 l’Italia debba produrre 70 Gigawatt di energia da fonti rinnovabili", sottolinea Storti, evidenziando come questa direttiva si traduca in una distribuzione disomogenea degli impianti sul territorio nazionale. "Purtroppo, in Gallura si stanno progettando impianti per 56 Gigawatt, mentre la Sardegna produce quasi il 40% in più di quello che consuma", aggiunge l'attore, mettendo in luce la sproporzione tra la capacità produttiva e il reale fabbisogno energetico dell'isola. 

  La questione sollevata da Storti riguarda non solo l'aspetto produttivo ma anche quello ambientale e paesaggistico. "Vogliono fare impianti eolico con torri alte 200 metri, che non verranno mai rimosse", denuncia, evidenziando il rischio che tali strutture, una volta giunte a fine vita, possano rimanere come cicatrici indelebili sul paesaggio sardo. La critica dell'attore si focalizza sull'approccio alla produzione di energia rinnovabile, che a suo avviso dovrebbe seguire le linee guida europee favorendo "impianti più piccoli, meno impattanti, al servizio delle comunità che usufruiscono di quella energia". Una visione che punta a un equilibrio tra necessità energetiche e rispetto dell'ambiente, promuovendo soluzioni che non solo rispondano alle esigenze di produzione ma che siano anche sostenibili nel lungo termine. 

  Il dibattito sull'energia eolica in Sardegna, riacceso dalle parole di Giovanni Storti, pone l'accento sull'importanza di pianificare lo sviluppo delle energie rinnovabili in modo responsabile, considerando gli impatti ambientali, sociali ed economici. Una sfida che l'Italia e la Sardegna sono chiamate ad affrontare nel cammino verso la transizione energetica.

Attualità

Alghero: Un città allo sbaraglio, tra insoddisfazione e inadeguatezza
  Le recenti indagini demoscopiche su Alghero offrono un quadro desolante e preoccupante della città e della sua amministrazione. Più di sei cittadini su dieci dichiarano di essere soddisfatti della qualità della vita, ma questo dato nasconde una realtà ben più amara.   Un rilevante 23% percepisce un netto peggior...

Intelligenza artificiale in azienda: Urgono norme chiare prima che sia troppo tardi
  A Firenze, durante l'incontro organizzato da Fonarcom, si è discusso un tema cruciale e pericolosamente sottovalutato: l'uso dell'intelligenza artificiale nei rapporti di lavoro. La tecnologia, che solo pochi anni fa sembrava fantascienza, è ormai realtà quotidiana e pone questioni pressanti. Dove sono finite le battaglie contro i poltronifi...

Presenza luminosa misteriosa nel cielo di Ossi: Un enigma senza risposta
  Ossi, 17 maggio 2024 - Mercoledì scorso, intorno alle 22:00, una donna di Ossi ha assistito a un fenomeno inspiegabile mentre si trovava nel proprio cortile. Ha raccontato di aver visto due fonti luminose molto intense nel cielo sopra il rione Litterai, nei pressi di un'area archeologica. Secondo la testimonianza della donna, "Quella di d...

Tragedia in Sardegna: Grano in ginocchio e agricoltori alla rovina
  Mentre il sole cocente dardeggia impietoso sui campi arsi del Basso e Medio Campidano, la Sardegna vive una delle peggiori crisi agricole degli ultimi decenni. I lunghi mesi senza una goccia di pioggia hanno gettato nella disperazione gli agricoltori della regione, già provati da annate difficili e promesse non mantenute. Si fa largo il grid...

La Sardegna sprofonda: la denatalità, il vero dramma dell'isola
  Signore e signori, diamo il benvenuto al nuovo triste primato della Sardegna, campione di denatalità. Un -0.6% non sembrerà un numero da urlo, ma in termini di vita reale, questo significa una diminuzione di 9.267 anime in un anno soltanto, un vero e proprio spopolamento che supera l'allarmante media nazionale. Il 2022 ha visto la nascita di...

Maternità e carriera: Il dilemma che logora le donne
  La difficile scelta tra carriera e maternità è una realtà che molte donne devono affrontare. Questa scelta è spesso complicata da un ambiente lavorativo che non sempre supporta l'equilibrio tra vita professionale e responsabilità familiari. Nonostante l'avanzamento delle politiche di parità di genere, le donne continuano a incontrare ostacol...

Il legame indissolubile: Riflessioni sulla festa della mamma
  Oggi, 12 maggio 2024, celebreremo in Italia e in altre parti del mondo la Festa della Mamma, una ricorrenza dedicata a quelle figure straordinarie che rappresentano il fulcro della nostra esistenza. Questa festa, che ogni secondo sabato di maggio trasforma i semplici giorni in momenti di celebrazione emotiva, affonda le sue radici nell'antic...