Il Segreto e la responsabilità: La rivelazione di Derrida nel seminario "Répondre - du secret"

  Nel panorama filosofico contemporaneo, il pensiero di Jacques Derrida continua a sollevare discussioni e a stimolare la riflessione critica. La sua opera "Répondre - du secret", frutto di un ciclo di seminari tenuti all'École des hautes études en sciences sociales (EHESS) tra il 1991 e il 2003, si propone come un'analisi interdisciplinare del segreto e delle sue implicazioni etiche, sociali e linguistiche.

  Il volume si immerge nell'essenza del segreto, inteso non solo come elemento linguistico o concetto filosofico, ma come un'entità che permea svariati aspetti della vita umana. Derrida esplora la natura del segreto in rapporto alla responsabilità attraverso diversi ambiti, dalla filosofia alla psicoanalisi, dal diritto alla letteratura, ponendo domande fondamentali: come si manifesta il segreto nelle diverse culture e lingue? Qual è il suo ruolo nella società?

L'opera, curata da Ginette Michaud e Nicholas Cotton, rivela come Derrida affronti il segreto attraverso registri molteplici: scientifico, tecnico, sociale, religioso. Il seminario si snoda in un percorso che parte dall'analisi di testi letterari di Melville, Baudelaire, e James, indagando concetti come la curiosità e il desiderio di conoscenza, per poi approdare alle complesse teorie di Freud e Heidegger.

  La dimensione più intrigante del seminario è forse l'esplorazione dell'inconscio freudiano e del concetto di 'Unheimlichkeit', o inquietante familiarità, che Derrida lega alla "pulsion secrétaire", ovvero l'impulso a mantenere e trasmettere il segreto, un'azione che si rivela essenziale nella trasmissione del sapere e nell'attività dell'insegnamento.

"Répondre - du secret" emerge come un'opera densa, che si addentra nelle  profondità del linguaggio e della psiche, svelando come il segreto si configuri come una sfida costante all'interpretazione e alla responsabilità individuale e collettiva. Derrida, con la sua abituale maestria, incrocia le vie della filosofia con quelle della vita quotidiana, rivelando come ogni atto di comunicazione sia un atto di rivelazione e, contemporaneamente, di occultamento.

  La pubblicazione di "Répondre - du secret" si inserisce dunque in un contesto culturale in cui il segreto si rivela essere non solo un nodo cruciale del discorso etico e sociale, ma anche una chiave di volta per l'interpretazione del tessuto connettivo tra soggetto, linguaggio e realtà. L'indagine di Derrida, attraverso la decostruzione, apre nuove prospettive di analisi del segreto, gettando luce su zone d'ombra che toccano i fondamenti stessi dell'esistenza umana e della convivenza civile.

  In conclusione, il testo offre un'illuminante riflessione sul segreto e la responsabilità, temi più attuali che mai, in un'epoca in cui la verità sembra sempre più sfuggente e la gestione dell'informazione sempre più complessa. Con "Répondre - du secret", Derrida conferma il suo ruolo di pensatore cruciale per la comprensione delle dinamiche che regolano il nostro tempo, offrendo spunti di riflessione fondamentali per filosofi, letterati, giuristi e per chiunque sia interessato alle dinamiche profonde che governano le interazioni umane.

Cultura

Scoprire 'L'Anima della Pietra': La mostra di Marcello Busdraghi ad Alghero
  Ad Alghero, presso la storica Torre di Sulis, si sta svolgendo un evento artistico di rara intensità che cattura l'essenza più profonda dell'arte scultorea: "L'Anima della Pietra".   Questa mostra, che vede protagonista Marcello Busdraghi, uno degli scultori più visionari e sensibili del panorama contemporaneo, ...

Cathy La Torre con "Non è normale" ad Alghero
  Venerdì 16 febbraio Cathy La Torre sarà ad Alghero per presentare il suo nuovo libro Non è normale. Se è violenza non è amore. È reato appena uscito per le edizioni Feltrinelli. Dialogherà con l'autrice Sonia Borsato. L'appuntamento è per le 18,30 presso la sala conferenze della Fondazione Alghero (Lo Quarter 2° piano). L'evento è curato d...

L’Onda Nuragica. Arte, artigianato e design alla prova della preistoria
  Dal 2 marzo all’8 luglio 2024 al Padiglione Tavolara di Sassari apre la mostra L’Onda nuragica. Arte, artigianato e design alla prova della preistoria, a cura di Giuliana Altea, Antonella Camarda e Luca Cheri, organizzata dalla Fondazione Nivola, promossa dal Comune di Sassari in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale“Giovanni An...

Teresa Mereu: Pittrice di paesaggi sardi
  Teresa Mereu, nata a Cagliari nel 1942, è una rinomata pittrice sarda che ha dedicato la sua carriera alla rappresentazione della bellezza selvaggia e vibrante della sua terra d'origine. Le sue opere, caratterizzate da pennellate vigorose e cromatismi accesi, catturano l'essenza della Sardegna, evocando la forza del mare, la vastità dei paes...

"Teatri in via d'Estinzione": La Rassegna che rivitalizza la scena teatrale a Sassari
  Dal 19 gennaio all’11 maggio, lo Spazio Bunker di Sassari diventa il cuore pulsante della rassegna teatrale “Teatri in via d'estinzione”, organizzata da Meridiano Zero con il supporto della Regione e della Fondazione di Sardegna. Questa iniziativa rappresenta una boccata d'aria fresca per il mondo del teatro, offrendo quattro mesi di spettac...

'Bellas Mariposas' di Atzeni, specchio dell'anima sarda
  Il libro "Bellas Mariposas" di Sergio Atzeni, pubblicato postumo nel 1996 dalla Sellerio, rappresenta un capolavoro narrativo che incapsula l'essenza della letteratura di Atzeni. Quest'opera, composta da due racconti, "Il demonio è cane bianco" e il racconto eponimo "Bellas Mariposas", offre una visione profonda e complessa della vita in Sar...

JovAlguer lancia il bando di selezione per la mostra fotografica "Còro"
  Lo studio di progettazione sociale JovAlguer, in collaborazione con associazioni artistiche, è lieto di annunciare l'apertura del bando di selezione per la mostra fotografica "Còro". La manifestazione, che vedrà la partecipazione di 100 talentuosi fotografi e fotografe Sardi/e, ha come obiettivo celebrare la bellezza unica della Sardegna ...

Melodie e memorie: Un viaggio musicale tra spagnolo e sardo di Paula Pitzalis
  “Aprendimos español cantando” nasce da un progetto di Paula Pitzalis per potere apprendere ed avvicinarsi alla lingua spagnola cantando, utilizzando le canzoni di Maria Carta, di Paolo Pillonca e Piero Marras (Piero Salis). Avvicinare con il canto le persone a tale idioma significa anche riflettere su alcune tematiche della cult...