Christian Solinas si sposa e la Corte costituzionale gli fa un regalo di nozze

La Corte costituzionale, infatti, con la sentenza n. 257, depositata il 23 dicembre 2021, ha dichiarato illegittimo l’art. 1 della legge regionale 13 luglio 2020, n. 21, che avrebbe consentito, attraverso un’assurda interpretazione autentica fatta dall’attuale Giunta regionale, la riscrittura del piano paesaggistico regionale (P.P.R.) approvato nel 2006 (cioè 15 anni fa) nelle sue parti fondamentali (fascia costiera, zone agricole, beni identitari). Il Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) aveva sollecitato l’impugnazione governativa con una specifica istanza (11 luglio 2020) che ha contribuito al successivo ricorso da parte del Governo Draghi. Ha, inoltre, promosso la petizione per la salvaguardia delle coste sarde finalizzata al mantenimento dei vincoli di inedificabilità costieri nella fascia dei 300 metri dalla battigia marina, stabiliti dalle normative vigenti e dalla disciplina del piano paesaggistico regionale (P.P.R.), sottoscritta da più di 39 mila cittadini.

   La Giunta Solinas ha finora offerto solo pessimi esempi di politica ambientale, norme illegittime adottate per favorire interessi particolari, finite tutte davanti alla Corte costituzionale come avvenuto per le leggi regionali sarde scempia-coste concernenti gli incrementi volumetrici nelle zone costiere e in quelle agricole (legge regionale n. 1/2021), la privatizzazione strisciante delle spiagge mediante permanenza di chioschi e altre strutture balneari (la legge regionale 21 febbraio 2020, n. 3), l’ennesima illegittima proroga del c.d. piano casa (la legge regionale 24 giugno 2020, n. 17) e riguardo l’interpretazione autentica (legge regionale 13 luglio 2020, n. 21) che consentirebbe la riscrittura del piano paesaggistico regionale (P.P.R.) nelle sue parti fondamentali (fascia costiera, zone agricole, beni identitari). Inoltre, Lo scorso 21 giugno 2021 la Giunta Solinas ha proposto ricorso per conflitto di attribuzioni avverso lo Stato, contestando l’applicazione delle competenze statali in materia di tutela del paesaggio. 

  In proposito, il GrIG ha inoltrato (26 luglio 2021) alla Corte costituzionale una specifica memoria, liberamente valutabile, come la recente normativa sui giudizi davanti alla Corte costituzionale consente, a sostegno della legittimità dell’esercizio delle competenze statali in materia di tutela del paesaggio e di pianificazione territoriale paesistica. Con decreto presidenziale del 9 settembre 2021, l’opinione scritta è stata ammessa in giudizio. La Corte costituzionale, con sentenza n. 101 del 20 maggio 2021, aveva già dichiarato illegittima la norma regionale (art. 2, comma 1°, lettera a, della legge regionale Sardegna n. 3 del 21 febbraio 2020) che, a semplice domanda del concessionario, consentiva la permanenza di chioschi e stabilimenti sulle spiagge della Sardegna, una vera e propria privatizzazione strisciante dei litorali. Ora la sentenza n. 257 del 23 dicembre 2021 ha dichiarato illegittima anche la folle interpretazione autentica del P.P.R.

Ambiente

GrIG: E’ arrivato il degrado turistico sull’Isola dei Cavoli (Villasimius)?
  L’Isola dei Cavoli, nel mare sud-orientale della Sardegna, è un piccolo gioiello naturalistico del Mediterraneo. Granitica, è sede di nidificazione dell’avifauna marina ed è ricca di endemismi botanici, fra cui la Brassica insularis, il Verbascum conocarpum, il Limonium retirameum, la Bryonia marmorata, l’Helicodiceros muscivorus. Per il s...

GrIG: E’ autorizzata quella struttura a Cala Finanza in comune di Loiri?
  L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) ha inoltrato (29 maggio 2022) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti per verificare la sussistenza o meno delle necessarie autorizzazioni amministrative per una struttura presente sul litorale della raccolta Cala ...

GrIG: Indagine penale sul chiosco presente sul litorale dei Guidi, a Carloforte
  L’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte ha prontamente risposto (nota prot. n. 2832 del 10 maggio 2022) all’istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti inoltrata (4 maggio 2022) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) riguardo la presenza con caratteristiche di...

Ambiente: La prossima estate sarà la più calda degli ultimi 200 anni
  Un particolare impegno di Sensoworks (www.sensoworks.com), la startup italiana specializzata in monitoraggio infrastrutturale supportata da piattaforme multilivello, è rivolto alla transizione ecologica ed allo sviluppo economico sostenibile, con l’obiettivo di cogliere anche le opportunità che si andranno a creare con i 100 obiettivi di tar...

Ambiente: sono Cougar le più attente alla GreenEconomy
  CougarItalia.com, il portale che promuove incontri tra donne in carriera ed uomini più giovani, ha condotto un sondaggio sulla tendenza «green» di queste donne —ormai universalmente note come Cougar— che si collocano per lo più nella fascia di età compresa tra i 35 ed i 50 anni e che ricoprono spesso un ruolo di successo nelle aziende o nell...

Ambiente: i Paesi poveri inquinano di più
  Un nuovo studio di Ener2Crowd sulla disuguaglianza ambientale ed economica ha dimostrato che i Paesi poveri inquinano più di quelli ricchi, così come a livello interno di ciascuno Stato —paradossalmente— le persone meno abbienti causano una immissione di gas climalterante esponen...

Progetto LIFE Safe For Vultures: È boom demografico per il Grifone in Sardegna
  Lo dice il censimento condotto da Life Safe for Vultures attraverso gruppi di rilevazione e la collaborazione con Lipu, Legambiente e L’altra Bosa. I dati raccolti in 43 giornate di monitoraggio sono contenuti nel report pubblicato di recente da Fiammetta Berlinguer – responsabile scientifica del progetto di cui è capofila il Dipartimento...

Parco naturale regionale di Tepilora: pubblicato il nuovo regolamento
È stato messo nero su bianco il nuovo regolamento che norma la concessione di contributi e del patrocinio, per attività o iniziative, in cui potrà essere coinvolto il Parco naturale regionale di Tepilora. Dopo il via libera, giunto dall’assemblea che governa l’Ente, gli uffici amministrativi hanno recepito l’input costruendo questo nuovo vademecum ...