RIALE, accesso remoto alle attività sperimentali nei laboratori tecnico-scientifici - Nuova edizione del progetto del CRS4

  Il CRS4, Centro di Ricerca, Sviluppo, Studi Superiori in Sardegna, sigla l’accordo di proroga del progetto per le scuole secondarie di primo e secondo grado della Sardegna, denominato “RIALE - Remote Intelligent Access to Lab Experiments” (accesso remoto intelligente ad esperimenti di laboratorio), con l’assessorato della pubblica istruzione della Regione Sardegna e Sardegna Ricerche, per ulteriori 3 anni (2023-2025), a valere su un finanziamento regionale di 1 milione 500 mila euro. Grazie alla lunga esperienza del Centro di ricerca nella sperimentazione dell’uso delle tecnologie digitali nella scuola, il progetto ha consentito di sviluppare una metodologia didattica che mette a disposizione di docenti e discenti, una piattaforma informatica capace di garantire l’accesso remoto sincrono (in diretta) ed asincrono alle attività sperimentali svolte in laboratori tecnico-scientifici di università, enti di ricerca e istituzioni scolastiche. 

  La novità di questo nuovo accordo è il coinvolgimento di laboratori nazionali ed europei, in quest’ultimo caso le attività si terranno in lingua inglese, al fine di rafforzare maggiormente il dialogo tra scuola e ricerca scientifica. Allo stesso tempo, i discenti delle scuole di altre parti d’Italia o d’Europa potranno fruire degli esperimenti svolti nei laboratori del territorio sardo. Andrea Biancareddu, assessore Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport Regione Sardegna: “Il progetto riservato alle scuole secondarie di primo e secondo grado della Sardegna ha dimostrato sin dalle sue prime fasi di essere all’avanguardia per la metodologia didattica messa in essere. Non potevamo per questo che prorogare l’accordo di collaborazione con il CRS4 per sviluppare ulteriormente l’uso delle nuove tecnologie digitali nella scuola. Ormai i nostri giovani vivono e si ‘nutrono’ di tecnologia. Sanno come muoversi tra le diverse piattaforme digitali e questo progetto rappresenta senza dubbio uno sfogo naturale per l’apprendimento. 

  La piattaforma digitale denominata con l’acronimo di RIALE, ha dimostrato tutta le sua potenzialità nella sperimentazione, in tutto il territorio regionale, dell’utilizzo dell’accesso remoto informatico che consente sia ai docenti che agli studenti e alle studentesse di poter interagire con i laboratori tecnico scientifici delle maggiori istituzioni universitari e scolastiche. E’ fondamentale ormai sviluppare in maniera diversa e più omogenea la formazione e soprattutto il futuro delle nuove generazioni per poi potersi collocare il più agevolmente possibile nel mondo del lavoro”. Giacomo Cao, amministratore unico CRS4: “Grazie allo sforzo profuso dalle tecnologhe Carole Salis e Helga Wilson, dalla ricercatrice Giuliana Brunetti, dai tecnologi Cristian Lai e Stefano Monni e dal ricercatore Fabrizio Murgia, RIALE ha permesso finora a circa 1160 discenti sardi di poter seguire in diretta il lavoro sperimentale svolto all’interno dei laboratori di vari enti e centri di ricerca che affrontano tematiche legate a energie rinnovabili, mineralogia, agricoltura e scienze degli alimenti, DNA e genetica, fisica, scienze biologiche, acquacoltura e risorse ittiche. Inoltre circa 30 docenti provenienti da 20 istituti scolastici dell’Isola hanno avuto l’opportunità di acquisire nuove conoscenze scientifiche oltre a facilitare la connessione tra gli usuali contenuti curriculari e i temi tipici del mondo della ricerca”. 

  Conclude Cao: “L’accordo di proroga non solo rappresenta un chiaro segnale di attenzione da parte della Regione alle attività del Centro ma consente un sano confronto con realtà nazionali e internazionali”. M. Assunta Serra, direttrice generale Sardegna Ricerche: “Da sempre Sardegna Ricerche riserva grande attenzione al mondo della scuola e all’università. Sono pertanto molteplici le iniziative messe in campo dall’agenzia per avvicinare la scienza ai più giovani, dalle attività sul territorio del 10LAB agli incontri con i divulgatori scientifici attivi su TikTok. Consapevoli del ruolo strategico rivestito dalla formazione di qualità, abbiamo aderito con piacere e convinzione al progetto RIALE” Didascalia dell’immagine del gruppo di lavoro del progetto RIALE, da sinistra: Carole Salis, Marie Florence Helga Wilson, Stefano Leone Monni, Giuliana Brunetti, Cristian Lai.

Cronaca

Anziani nel mirino: la Polizia locale di Sassari scende in campo contro le truffe
  A Sassari si è scatenata una vera e propria caccia al truffatore. E chi meglio della Polizia Locale può mettersi a capo di questa crociata? Martedì 5 marzo, alle ore 17, il Dipartimento di Agraria dell'Università di Sassari si trasformerà in un fortino contro l'inganno, ospitando un incontro di vitale importanza organizzato dalla Polizia Loc...

Il caos dei monopattini elettrici in giro per Cagliari
  Per me si va nella città dolente, per me si va nell’etterno dolore, Per me si va tra la perduta gente. Queste sono le parole che chiunque si accingeva a visitare l’inferno dantesco, leggeva sulla porta.   Oggi, queste stesse parole potrebbero applicarsi tranquillamente in qualunque portone d’ingresso, per esse...

AOU Sassari: Il primo soccorso si impara a scuola
  Nel contesto sempre più attento all'emergenza e all'urgenza, le istituzioni scolastiche emergono come luoghi privilegiati per promuovere la consapevolezza e l'educazione alla salute. Il progetto "Basi di primo soccorso tra i banchi di scuola", ideato e organizzato dal personale medico e infermieristico della Medicina d’Urgenza dell’Azienda o...

Conte in Sardegna: "Pronti ad un reddito di cittadinanza a livello regionale"
  La recente affermazione di Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle (M5S), sul rafforzamento del reddito di cittadinanza, in particolare con l'introduzione di una versione regionale in Sardegna, segna un momento significativo nel dibattito socio-economico italiano. Dopo la vittoria in Sardegna, Conte ha dichiarato a "Diritto e Rovescio"...

La corte costituzionale approva la legge regionale sulla medicina generale
  In un'importante decisione, la Corte Costituzionale ha dichiarato “Non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della legge della Regione Sardegna 5 maggio 2023, n. 5 (Disposizioni urgenti in materia di assistenza primaria)”. Con la sentenza 26/2024 depositata il 27 febbraio, il ricorso presentato dal Consigli...

Cagliari è un'odissea di buche - Solo nel mese di gennaio chiuse 424
  A Cagliari, pare che il Comune abbia deciso di giocare a un nuovo, entusiasmante gioco: "Chi chiude più buche vince". Ebbene, a gennaio 2024, la Global Service si è aggiudicata il primo premio con la chiusura di ben 424 buche stradali solo a gennaio.   Ma non è tutto: nel fervente spirito di innovazione, sono stati tr...

Denuncia shock all'ospedale Brotzu: "Abusato da un infermiere"
  Un fatto gravissimo emerge dalle mura dell'ospedale Brotzu di Cagliari, scuotendo profondamente la comunità locale e quella sanitaria nazionale. Un giovane, vittima di un incidente stradale che lo ha lasciato con fratture e lesioni, ha lanciato un'accusa terribile: «Abusato sessualmente da un infermiere mentre ero bloccato, e dolorante, in u...