La storia infinita del ponte di Monte Pino - Nel 2025 la fine dei lavori dal crollo del 2013

  La strada provinciale 38 bis, meglio conosciuta come la strada di Monte Pino, che collega Olbia a Tempio Pausania e ai comuni dell'Alta Gallura, è chiusa dal 18 novembre 2013. Quel giorno, il ciclone Cleopatra provocò una devastante alluvione che fece crollare un ponte a Monte Pino, portandosi via tre vite umane e causando una frattura profonda nella rete viaria della regione. L’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Antonio Piu, insieme al presidente della commissione consiliare Roberto Li Gioi e al vice presidente della Regione Giuseppe Meloni, ha effettuato un sopralluogo al cantiere, confermando che i lavori saranno completati entro il 30 giugno 2025. 

  Questo termine, seppur posticipato di un anno rispetto alla previsione iniziale, promette di mettere fine a una situazione che ha visto continui ritardi e difficoltà. La strada di Monte Pino ha una storia travagliata. Dopo il crollo del 2013, i lavori per la ricostruzione sono stati avviati solo nel 2016 con un finanziamento di 24 milioni di euro, ma hanno subito molteplici interruzioni. Le criticità progettuali e le difficoltà logistiche hanno reso il progetto particolarmente complesso. Secondo alcuni esperti, la strada era stata "progettata e costruita male" fin dagli anni '80, e le opere di manutenzione non sono state sufficienti a prevenire il disastro del 2013. Negli ultimi anni, la ricostruzione è stata affidata all'Italiana Costruzioni Infrastrutture (ICI) e supervisionata dall'Anas. 

  Tuttavia, i progressi sono stati lenti: nel settembre 2022, solo il 20% dei lavori era stato completato. Questo ha portato a un ulteriore esame delle alternative progettuali e delle modalità di intervento, con una maggiore attenzione alla messa in sicurezza e alla prevenzione di future alluvioni. Nonostante le difficoltà, la Regione e le autorità locali hanno continuato a lavorare in sinergia per garantire che la strada possa essere riaperta il prima possibile. Gli interventi includono la ricostruzione del corpo stradale, il miglioramento delle opere idrauliche e il ripristino del manto stradale. La comunità locale, stanca dei disagi, attende con ansia la conclusione dei lavori e il ripristino della viabilità. Con la nuova data fissata per giugno 2025, si spera che questo progetto finalmente giunga a termine, restituendo alla Gallura una infrastruttura cruciale per la mobilità e lo sviluppo economico della regione.

Cronaca

Notizie dall'Italia, Irpinia: Quattro giovani morti in un tragico incidente stradale
  Nella tarda serata di ieri, sabato 13 luglio, la tranquilla cittadina di Mirabella Eclano, nell'Avellinese, è stata teatro di un dramma che ha spezzato quattro giovani vite. Erano amici, erano ragazzi, erano il futuro. Ma il destino, beffardo e crudele, ha deciso diversamente, trasformando una serata estiva in un incubo senza fine. I quat...

Dorgali, Strada 125: Una vita spezzata all'alba
  È l'alba, una di quelle albe che dipingono il cielo di un rosso pallido, quasi timido. Le strade sono deserte, il silenzio è rotto solo dal rumore lontano del mare che si infrange contro le rocce. È in questo scenario che Giuseppe Gometz, un uomo di 39 anni, corre con la sua moto sulla Strada Statale 125, di ritorno da Cala Gonone. Giusep...

Sagra della “cipolla dorata” di Banari premia Gianfranco Zola
  Gastronomia, tradizioni, arte e cultura si incontrano il 20 e 21 luglio a Banari per la "Sagra della cipolla dorata", che quest'anno assegnarà un premio all'ex calciatore Gianfranco Zola, idolo e simbolo sportivo della Sardegna. L'evento, che rientra nel cartellone di appuntamenti del programma "Salude & Trigu" promosso dalla Camera di c...

Cagliari, mercato di San Benedetto: il trasferimento scatterà in autunno
  Nella mattinata di oggi ho fatto un sopralluogo presso il mercato provvisorio di piazza Nazzari, insieme agli assessori competenti, i dirigenti del Comune, la responsabile del mercato e il presidente del Ctm, dichiara Massimo Zedda. Il mercato provvisorio è a buon punto, le strutture che ospiteranno gli operatori ripropongono lo stesso or...

Nuovo presidio acquatico a Cuglieri
in Prefettura si è tenuta una cerimonia importante che ha segnato un nuovo passo avanti nella sicurezza delle spiagge della provincia di Oristano. Il Prefetto, dott. Salvatore Angieri, insieme al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, ing. Angelo Ambrosio, e al sindaco del Comune di Cuglieri, dott. Andrea Loche, ha siglato un atto convenziona...

Stroncato da un infarto il noto imprenditore sassarese Massimo Brundu
  La vita di Massimo Brundu, celebre imprenditore sardo e titolare del noto pastificio "Brundu," si è tragicamente conclusa il 12 luglio 2024, quando è stato stroncato da un infarto a soli 55 anni sotto i portici nei pressi di piazza d'Italia. La notizia della sua morte ha scosso profondamente la comunità di Sassari, dove Brundu era conosciuto...

Affitti brevi ad Alghero: Corbia spinge per il dialogo civico
  L’assessore all'Urbanistica, alla Pianificazione e all’Immaginazione Civica di Alghero, Roberto Corbia, ha partecipato con grande interesse al dibattito civico organizzato dall'associazione culturale Ginquetes. Durante l'evento, intitolato "Baralles" e tenutosi presso il Balaguer, Corbia ha sottolineato l'importanza di momenti di confronto p...