Rinascita infrastrutturale della Sardegna: Salvini contro le lungaggini burocratiche

  Nel teatro politico e infrastrutturale italiano, una voce si leva alta e chiara, quella del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, che, con un tono che non ammette repliche, dichiara "basta lungaggini con nuovo codice degli appalti". 

  Queste parole riecheggiano come un martello su un'incudine, in un contesto dove il tempo sembra essersi fermato, intrappolato in un limbo burocratico che ha reso il cammino verso il progresso una marcia troppo lenta per essere tollerata. Alla conferenza stampa convocata da Anas ad Alghero, Salvini pone l'accento su una situazione paradossale che sembra sfidare il senso comune: "Fa specie che oggi stiamo festeggiando la fine dell'iter di un'opera il cui progetto definitivo è del maggio 2003, se dopo 21 anni la strada a quattro corsie tra Sassari e Alghero non è ancora completata vuol dire che c'è qualcosa nella normativa che non va, speriamo di eliminare definitivamente certe lungaggini grazie al nuovo codice degli appalti e alle semplificazioni". 

  Queste parole non sono solo una denuncia, ma un grido di speranza verso un futuro in cui la realizzazione infrastrutturale possa viaggiare al passo con le esigenze di una società in costante movimento. Il Ministro non si ferma alla sola critica della lentezza, ma guarda con ottimismo al futuro della Sardegna, vedendo nell'orizzonte 5 miliardi di euro di opere in itinere che potrebbero rappresentare il rinascimento tanto atteso per l'isola: "Ci sono 5 miliardi di opere in itinere in mano ad Anas in Sardegna, speriamo in questi anni di far vivere all'isola quel rinascimento che non ha vissuto negli ultimi decenni". Le sue parole sono un investimento nella speranza, un tentativo di ridare slancio a un territorio che sembra ancora aspettare il suo momento di gloria. 

  Salvini è consapevole delle difficoltà che si troverà ad affrontare, aspettandosi l'opposizione di "professionisti del no", ma rimane fermo nella sua convinzione che la tabella di marcia per il completamento della Sassari-Alghero sarà rispettata. La determinazione del Ministro trova eco nell'azione concreta di Anas, che si prepara a muovere i primi passi verso la realizzazione dell'opera con sopralluoghi e procedure di esproprio, delineando un futuro in cui le parole si trasformano in azioni.

  L'ingegnere Salvatore Campione di Anas delinea il quadro di quello che sarà: un investimento da 238 milioni di euro per un asse viario che non è solo un collegamento stradale, ma un ponte verso il futuro, con cinque viadotti, altrettanti svincoli e due gallerie artificiali. Questo progetto, riformulato alla luce delle nuove esigenze economiche, rappresenta non solo una vittoria contro le lungaggini burocratiche, ma anche la promessa di un'infrastruttura che servirà le generazioni future. In questa narrazione, le parole di Salvini non sono solo dichiarazioni politiche; sono il simbolo di una lotta contro il tempo perduto e la speranza in un'Italia che sa costruire il proprio domani con più agilità, guardando al futuro con la determinazione di chi sa che ogni minuto sprecato è un'opportunità mancata per crescere e prosperare.

Cronaca

Anziani nel mirino: la Polizia locale di Sassari scende in campo contro le truffe
  A Sassari si è scatenata una vera e propria caccia al truffatore. E chi meglio della Polizia Locale può mettersi a capo di questa crociata? Martedì 5 marzo, alle ore 17, il Dipartimento di Agraria dell'Università di Sassari si trasformerà in un fortino contro l'inganno, ospitando un incontro di vitale importanza organizzato dalla Polizia Loc...

Il caos dei monopattini elettrici in giro per Cagliari
  Per me si va nella città dolente, per me si va nell’etterno dolore, Per me si va tra la perduta gente. Queste sono le parole che chiunque si accingeva a visitare l’inferno dantesco, leggeva sulla porta.   Oggi, queste stesse parole potrebbero applicarsi tranquillamente in qualunque portone d’ingresso, per esse...

AOU Sassari: Il primo soccorso si impara a scuola
  Nel contesto sempre più attento all'emergenza e all'urgenza, le istituzioni scolastiche emergono come luoghi privilegiati per promuovere la consapevolezza e l'educazione alla salute. Il progetto "Basi di primo soccorso tra i banchi di scuola", ideato e organizzato dal personale medico e infermieristico della Medicina d’Urgenza dell’Azienda o...

Conte in Sardegna: "Pronti ad un reddito di cittadinanza a livello regionale"
  La recente affermazione di Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle (M5S), sul rafforzamento del reddito di cittadinanza, in particolare con l'introduzione di una versione regionale in Sardegna, segna un momento significativo nel dibattito socio-economico italiano. Dopo la vittoria in Sardegna, Conte ha dichiarato a "Diritto e Rovescio"...

La corte costituzionale approva la legge regionale sulla medicina generale
  In un'importante decisione, la Corte Costituzionale ha dichiarato “Non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della legge della Regione Sardegna 5 maggio 2023, n. 5 (Disposizioni urgenti in materia di assistenza primaria)”. Con la sentenza 26/2024 depositata il 27 febbraio, il ricorso presentato dal Consigli...

Cagliari è un'odissea di buche - Solo nel mese di gennaio chiuse 424
  A Cagliari, pare che il Comune abbia deciso di giocare a un nuovo, entusiasmante gioco: "Chi chiude più buche vince". Ebbene, a gennaio 2024, la Global Service si è aggiudicata il primo premio con la chiusura di ben 424 buche stradali solo a gennaio.   Ma non è tutto: nel fervente spirito di innovazione, sono stati tr...

Denuncia shock all'ospedale Brotzu: "Abusato da un infermiere"
  Un fatto gravissimo emerge dalle mura dell'ospedale Brotzu di Cagliari, scuotendo profondamente la comunità locale e quella sanitaria nazionale. Un giovane, vittima di un incidente stradale che lo ha lasciato con fratture e lesioni, ha lanciato un'accusa terribile: «Abusato sessualmente da un infermiere mentre ero bloccato, e dolorante, in u...