«L’Ogliastra nel mio futuro» Maria Clotilde Melis, giovane Neuropsichiatra infantile racconta l'inizio della sua carriera professionale all'Asl

  Giovane, brillante, laureata e specializzata con il massimo dei voti all’università di Cagliari, prima in Medicina e poi in Neuropsichiatria infantile. Maria Clotilde Melis, 31enne originaria di Baressa (prov. di Oristano), ha un curriculum di studi che avrebbe potuto aprirle qualsiasi porta «ma io ho scelto l’Ogliastra – sorride convinta – e a distanza di qualche mese dal mio arrivo qui, posso dire con certezza che riprenderei questa decisione». Un’avventura iniziata lo scorso dicembre: un concorso pubblico dopo essersi appena specializzata e la possibilità di scegliere tra diverse sedi. Poi la decisione di indicare la Asl Ogliastra come prima opzione: una scelta che solo in apparenza può apparire controcorrente. «Conoscevo già questa zona della Sardegna ed è un posto che mi ha sempre affascinato – spiega la dottoressa Melis – inoltre, mi ero informata sull’ambiente lavorativo e tutti me ne avevano parlato benissimo. 

  Senza considerare la proverbiale ospitalità degli ogliastrini che non posso che confermare». Ora Maria Clotilde Melis è dirigente medico dell’Unità operativa di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza e si occupa di pazienti da 0 a 18 anni. Si trova a fronteggiare un range molto ampio di malattie che colpisce adolescenti e preadolescenti: dall’autismo, alla Adhd, passando per diverse tipologie di disabilità intellettive. «C’è tanto lavoro – spiega Melis – ma stare qui mi consente di avere una crescita professionale continua, perché ho la possibilità di vedere pazienti di diversi tipi. A me piace molto il lavoro territoriale – continua la giovane neuropsichiatra - il fatto che oltre alla presa in carico della patologia, ci sia anche un rapporto con tutto ciò che ruota intorno al paziente, come la famiglia e la scuola, per me è molto importante. Insomma - prosegue - sino ad ora sono molto soddisfatta del lavoro che sto svolgendo, mi trovo in un contesto che mi permette di migliorare, anche grazie alla collaborazione che ho instaurato con i componenti dell’équipe di questo servizio. Per il momento – continua - vedo tutt’altro che provvisoria la mia presenza qui». L’ottimo inserimento della dottoressa Melis è confermato anche da Rosa Pinna, coordinatrice delle professioni sanitarie del dipartimento di Salute mentale. «Siamo molto felici del suo arrivo - spiega - stiamo parlando di una professionista molto seria e preparata che si è data immediatamente da fare. Si è integrata perfettamente nella nostra équipe». Un gruppo di lavoro, quello dell’Unità operativa di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, che si può definire una piccola eccellenza a livello regionale.

  Non è scontato trovare altrove un team così assortito: 6 logopediste, un’assistente sociale, 2 infermiere, 2 neuropsicomotriciste, 3 tecnici della riabilitazione psichiatrica ed uno psicologo. «Il nostro staff di lavoro è variegato - sottolinea Pinna – uno dei suoi punti di forza è l’integrazione che riesce ad avere con le altre strutture del dipartimento». In Ogliastra la popolazione dei pazienti da 0 a 18 anni è di oltre 7660 persone (dati del 2022) e attualmente quest’Unità operativa ha più di 760 pazienti in carico. «Riusciamo ad offrire cure professionali di alto livello - prosegue Pinna - la nostra équipe è giovane e motivata. Tutta l’attività assistenziale viene portata avanti da loro che mostrano anche un grande affiatamento». Il lavoro dell’Unità operativa si suddivide tra Lanusei, Tortolì e Jerzu: nei primi due centri vengono svolti tutti i tipi di assistenza, mentre a Jerzu viene assicurato il servizio di logopedia. «Se sono contenta del mio operato in Ogliastra lo devo anche alle professionalità con cui collaboro che mi consentono di concentrarmi al 100% sul mio lavoro» riprende la dottoressa Melis, che poi chiude con un consiglio ai suoi colleghi: «Per quella che è stata la mia esperienza qui sino ad ora, non posso che raccomandare l’Ogliastra, ci sono tutte le condizioni per lavorare bene».

Cronaca

Dramma a Sinnai: Giovane uccide la madre a coltellate
  Un pomeriggio di sangue a Sinnai. In via Monte Genis, un giovane ha brutalmente ucciso la madre con numerose coltellate. È successo poco dopo le 16, all'interno della loro abitazione. Il figlio, il carnefice, è stato immediatamente fermato dai carabinieri, che sono intervenuti sul posto.   Un episodio che scuote...

Italia: Ecatombe nelle carceri, 44° suicidio dall'inizio dell'anno
  Un urlo di dolore si leva dalle mura di Bancali, a Sassari. Un detenuto, sopraffatto dalla disperazione, ha scelto di sfuggire alla sua prigionia impiccandosi con le lenzuola nel reparto ospedaliero dell'istituto penitenziario. Questa morte segna il 44esimo suicidio tra i detenuti in Italia dall'inizio dell'anno, e il quarto in poco più di 2...

Tragico incidente a La Maddalena: Giovane ufficiale della marina perde la vita
  L'alba ha portato con sé una tragica notizia per La Maddalena. Pietro Stipa, giovane ufficiale della Marina originario di Grosseto, ha perso la vita in un incidente in gommone. Alle prime ore del mattino, il gommone su cui viaggiava con una ragazza, rimasta illesa, si è schiantato contro degli scogli affioranti. La Guardia Costiera ha recupe...

Clamoroso ad Alghero: Turisti intrappolati tra i gradini del porto
  Alghero, Via Garibaldi - Il dramma del turismo moderno è un po' come quello dell'avventura: a volte ci si sente come Indiana Jones, altre volte come Mr. Bean. Ed è proprio quest'ultima la sensazione che deve aver provato una coppia di turisti stamattina, quando, anziché imboccare la strada per il porto, hanno deciso di sperimentare un nuovo ...

Alghero: scoperto artista digitale che evade 120mila euro al fisco
  Ad Alghero, la Guardia di Finanza ha scoperto un artista digitale che ha evaso il fisco per ben 120mila euro. L’artista, operante nel settore della crypto art e degli NFT, ha realizzato oltre 20 vendite di opere digitali utilizzando criptovalute, in particolare Ethereum. Le transazioni non erano state dichiarate al fisco, sfruttando l’anonim...

Rapina in centro a Cagliari: il dramma dell'insicurezza
  Ancora una volta, violenza a Cagliari. Due giovani di origine tunisina sono stati arrestati per aver tentato di rapinare un minorenne vicino a piazza del Carmine. La polizia, analizzando i filmati delle telecamere, è riuscita a individuare e fermare i responsabili. Hanno strappato una catenina d'oro dal collo della vittima e sono fuggiti. Qu...

Capo Teulada: Barca di migranti si incaglia - un altro segnale del caos migratorio
  La scorsa notte, una barca con 18 migranti algerini si è incagliata tra gli scogli di Capo Teulada, Sardegna. La Guardia di Finanza è intervenuta prontamente, soccorrendo i migranti, tra cui un minore e un disabile, trasportati poi in ospedale. Gli altri sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir. &n...

Bloccata la linea ferroviaria turistica di Bosa
Il ponte di ferro che sovrasta la SS 129 Bis, fondamentale collegamento tra il Margine e la Planargia, ha subito gravi danni nei giorni scorsi. Un mezzo pesante ha causato il danno, dileguandosi senza denunciare l'incidente, lasciando dietro di sé una situazione critica.Inizialmente, si sperava in un rapido ripristino del ponte. Tuttavia, le prospe...