Ritorna la gara non competitiva nell'ambito dell'Alghero Half Marathon

  Ci sono corse podistiche che si fanno apprezzare per il tracciato veloce. Altre richiamano pubblico per grandi nomi in gara ed altre ancora si fanno amare per il fascino del percorso. Maratone, mezze maratone o anche soli 10km. La fatica di preparali e l’impegno di correrli sommati al fascino di concluderli. Correre è un privilegio per tutti e non solo per coloro che sono tesserati con una società sportiva di atletica leggera affiliata alla Fidal. 

  Anche se amare la corsa non significa essere competitivi, e l’idea di una gara potrebbe diventare motivo di stress, è sempre più frequente optare per la soluzione della corsa non competitiva che potrebbe rappresentare la risposta giusta per non rinunciare al sogno di arrivare al traguardo. Domenica 2 ottobre all’Alghero Half Marathon e Diecimila ci sarà con il ritorno della gara non competitiva. L’ultima volta si disputò nel 2019 mentre l’anno scorso, per ragioni legate alle disposizioni della Fidal e del Ministero della salute in materia Covid, la gara fu riservata ai soli tesserati. 

  Nelle edizione del 2017, 2018 e 2019 ha fatto registrare tra le 250 e le 300 presenze facendo così raggiungere il numero totale dell’intera manifestazione intorno al migliaio di presenti. Ma cosa significa gara non competitiva? Si tratta di gare podistiche su strada, ma anche su pista, non riconosciute dalla Fidal alle quali partecipano, principalmente, podisti non tesserati e privi di certificato medico sportivo. In altre parole, chiunque potrebbe iscriversi e competere in quella che viene simpaticamente denominata “tapasciata”. Tra gli aspetti più belli di questo tipo di corse c’è soprattutto quello di poter respirare il vero clima che accompagna coloro che partecipano alla gara competitiva, sia essa una 10km o una mezza maratona. L’attesa che inizia dalla sveglia nel giorno della gara, la colazione, l’indossare la maglietta ufficiale della manifestazione con il pettorale fino ad arrivare alla partenza, fianco a fianco e gomito a gomito, in attesa dello sparo dello starter. E poi la gara che ognuno può disputare al suo passo scegliendo quello preferito. Corsa, camminata veloce, marcia, misto corsa e camminata a seconda della propria condizione atletica. 

  Il vantaggio è quello di misurarsi contro se stessi, come se fosse un allenamento, correndo però insieme a tanti altri partecipanti. Il percorso della non competitiva sarà lo stesso dei Diecimila. Partenza dal lungomare Valencia fino ad arrivare allo scalo Tarantiello dove la corsa proseguirà sulla passeggiata Busquets, via Lido e viale I Maggio fino all’hotel Oasis per poi tornare indietro con ritorno previsto su via Giovanni XXIII, via De Gasperi e via della Resistenza. La quota d’iscrizione, da poter sottoscrivere fino alla domenica della gara, è di 12€. Nel frattempo sono state ufficializzate le presenze di Claudia Pinna, neo primatista italiana SF45 dei 1500 e 5000 metri, che correrà i 10km. 

  Nella stessa distanza ci sarà Nicol Albina Cavallera della Asd Atp Torino e Veronica Pala della Ichnos Sassari. Presente anche Alice Capone della Triathlon Team Sassari vincitrice della scorsa edizione sui 21km. In campo maschile a contrastare il pluridecorato Giorgio Calcaterra ci saranno il vincitore del 2021 Oualid Abdelkader che nell’ultimo mese ha vinto a Villanova e alla mezza di Oristano, l’ucraino Alexander Choban fresco vincitore della mezza di Caprera e Marco Mazzon anch’egli della Asd Atp Torino. Nei Diecimila occhi puntati su Francesco Mei, vincitore dodici mesi fa dei 10km e l’atleta di San Gavino Monreale Federico Ortu. Stabiliti anche i pacer. Per 1h30’ Mario Antonio De Vita (Atl. Buddusò), Marco Passerò (Podistica Sassari) e Gabriele Mureddu (Atletica Porto Torres). 1h40’ Salvatore Morittu (Alguerunners), Antonella Nelly Porcu (Gruppo sportivo Bancari Romani) e Paolo Usai (Podistica Sassari). 1h50’ Vincenza Monti (Sos Iddanonesos), Lorenzo Sanna (Atletica Porto Torres) e Norma Pasi dell’Alghero Marathon. Angelo Cadoni (Ittiri Cannedos) accompagnerà chi vorrà portare a termine la mezza maratona entro le due ore.

Cronaca

La polizza che non c'è - Due campani truffano una donna di San Sperate
  Ieri a San Sperate, a conclusione di alcune indagini scaturite dalla denuncia querela presentata da un quarantottenne del luogo, impiegato, incensurato, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per truffa aggravata, una ventottenne napoletana nota alle forze dell'ordine e un suo concit...

UIL FPL: Fulvia Murru eletta nella segreteria nazionale
  La segretaria generale della Uil Fpl Sardegna Fulvia Murru farà parte della nuova segreteria nazionale della Uil Fpl. L’elezione è avvenuta durante il VI Congresso Nazionale che si è concluso oggi al Tanka Village di Villasimius. La Uil Fpl rappresenta oltre 150.000 lavoratrici e lavoratori della Sanità, delle Funzioni Locali e del Terzo Set...

Delegazione tunisina in Sardegna per progetto di cooperazione internazionale
  Ghomrassen Governatorato di Tataouine e Matmata Governatorato di Gabes. La visita ha come obiettivo quello di consolidare il rapporto di cooperazione internazionale avviato tra Sardegna e Tunisia e le varie istituzioni coinvolte per l’emancipazione delle donne e l’uguaglianza di genere. La delegazione, composta da Olfa Guedidi Sindaca di...

Alghero: Scontro all’incrocio fra tre auto: tre persone ferite
Tre persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto nella mattinata di oggi, venerdì 30 settembre, all'incrocio tra via Leonardo Da Vinci e via Carrabuffas, ad Alghero. Per cause da accertare, tre autovetture si sono scontrate. La squadra dei vigili del fuoco ha provveduto a mettere in sicurezza le vetture coinvolte, mentre il personale del 118 ha soccorso le tre persone ferite. Sul posto presente la polizia locale. Il traffico ha subito rallentamenti.

Piu (Progressisti): “A Sassari ore di assistenza disabili a scuola insufficienti"
  “Le ore di assistenza, nelle scuole del primo ciclo di istruzione, di educatori e oss non sono sufficienti – segnala Antonio Piu, consigliere regionale dei Progressisti – il comune non può rimbalzare le responsabilità alla Regione. Ricevo diverse segnalazioni di genitori e assistenti che mi dicono che, nonostante l’anno scolastico sia inizia...