Deiana (FdI): Inclusione Giovanile in Sardegna - Investire nel Futuro dei Giovani

  In un momento di sfide significative per la Sardegna, inclusa la crescente problematica dell'abbandono scolastico, emerge l'importanza cruciale di garantire un futuro promettente per i giovani della regione. I dati più recenti del 2022 sottolineano un aumento allarmante dell'abbandono scolastico, che è salito al 14,7% rispetto al 13,2% dell'anno precedente. Questo trend richiede una risposta concertata per invertire la tendenza e assicurare un'istruzione di qualità per tutti. Ma l'abbandono scolastico è solo uno dei molteplici ostacoli che i giovani sardi affrontano. La regione si è classificata al quinto posto per la presenza di giovani NEET (15-29 anni) nel 2022, evidenziando la necessità di creare opportunità di istruzione, formazione e lavoro significative. Il tasso di disoccupazione giovanile è stato del 26,2%, sottolineando l'urgenza di intervenire per offrire opportunità di lavoro stabili e gratificanti.

  Come candidato di Fratelli d’Italia, l'impegno è a invertire questa tendenza e creare un ambiente inclusivo dove ogni giovane abbia accesso a un'istruzione di qualità e opportunità di lavoro che li preparino per una vita dignitosa. Investire nelle scuole è cruciale, garantendo risorse per insegnanti qualificati, programmi accattivanti e strutture moderne. L'educazione professionale e le opportunità di apprendistato devono essere promosse come valide alternative al percorso accademico tradizionale. Ma l'inclusione giovanile va oltre l'istruzione. Sostenere l'imprenditorialità giovanile e promuovere settori innovativi creerà opportunità di carriera stimolanti. La proposta include la creazione di incubatori d'imprese per giovani, offrendo finanziamenti mirati, mentorship personalizzata e accesso a risorse tecniche e finanziarie. Promuovere la partecipazione dei giovani a programmi di accelerazione imprenditoriale e hackathon stimolerà l'innovazione e la crescita economica. 

  L'attenzione alle sfide sociali e psicologiche, garantendo l'accesso a servizi di supporto e consulenza, è cruciale per promuovere la salute mentale tra i giovani. Sarà necessario prestare particolare attenzione alle sfide affrontate dai giovani con disabilità, garantendo l'accesso equo a istruzione, formazione e opportunità lavorative, Ancora oggi, molti di loro in molti contesti, trovano difficoltà di inserimento a causa della poca adattabilità dell’ambiente o sistema nel quale dovrebbero operare o fruire di un servizio. Coinvolgere attivamente i giovani nel processo decisionale assicurerà politiche più inclusive e sostenibili per tutti. In qualità di imprenditore e candidato di Fratelli d’Italia, l'impegno è a lavorare instancabilmente per creare un ambiente dove ogni giovane abbia l'opportunità di realizzare il proprio potenziale e contribuire al futuro della Sardegna. Noi sardi e la nostra regione abbiamo un potenziale inespresso che grazie all’ inclusione può divenire un esempio di sviluppo e il rilancio.

Politica

Francesco Marinaro: Un ringraziamento e un impegno per il futuro della Sardegna
  Al termine di una competizione elettorale che ha visto la Sardegna al centro di intense discussioni e speranze per il futuro, Francesco Marinaro, candidato dei Riformatori Sardi per la circoscrizione di Sassari, emerge non solo come il secondo più votato del suo partito ma anche come un fervente sostenitore di un cambiamento profondo per l'i...

Autonomia differenziata: Todde contro, tra diritti e voti online
  Una secessione dei diritti, nientemeno. Questo il giudizio lapidario di Alessandra Todde, governatrice in pectore della Sardegna, che non usa mezzi termini nel definire l'autonomia differenziata un "provvedimento indecente" che mina alle fondamenta l'unità e l'equità territoriale italiana, soprattutto per le regioni a statuto speciale. ...

Alghero al Centro-Destra: Truzzu sfiora la vittoria regionale, Fratelli d'Italia cresce
  In una tornata elettorale che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all'ultimo, il centro-destra, guidato da Paolo Truzzu, si è fermato a un passo dal traguardo in Sardegna, mancando per poco più di duemila voti su 750,000 la presidenza della Regione. Tuttavia, ad Alghero, la coalizione di centro-destra, civica e sardista, ha motivo di f...

Soru ci riprova, ma stavolta è Camilla: la nuova stella del Consiglio regionale
  In politica le dinastie contano, anche in Sardegna. Le famiglie spesso si intrecciano con le vicende istituzionali un po' come nel caso della famiglia Soru.   A distanza di vent'anni dal debutto di Renato Soru, l'ex governatore e magnate delle telecomunicazioni, nei corridoi del potere regionale, ecco spuntare u...

Sardegna nel post elezioni: Tra mea culpa, "sputi" e polemiche di genere
  Nel vivace scacchiere politico sardo, le recenti elezioni regionali hanno scosso le acque con una forza tale da far emergere, in maniera prepotente, non solo i vincitori ma anche le loro dichiarazioni, cariche di significati e sfumature che meritano una riflessione più profonda. Al centro di questo turbolento mare, troviamo due figure: Paolo...