Asinara in pericolo: Tra mare pulito e invasione della plastica - il grido silenzioso dell'Università di Sassari

  Il mare che bagna l'Isola dell'Asinara, gioiello della natura, si trova ora a confrontarsi con un nemico subdolo e pervasivo: i rifiuti di plastica e microplastiche.

  Il recente progetto dell'Università di Sassari, "Creazione di una strategia per il monitoraggio del marine litter nell'Area Marina Protetta dell'Isola Asinara con il coinvolgimento dei pescatori", ha lanciato un allarme preoccupante. Dopo mesi di osservazioni scrupolose, il progetto ha registrato 74 segnalazioni di inquinamento. Più della metà di queste sono state effettuate tramite l'app "Sea waste finder", mentre il resto attraverso un dispositivo Garmin. Il quadro che emerge è inquietante: il 36% dei rifiuti è plastica, seguita da multimateriali e legno trattato. 

  Una parte significativa dei rifiuti è stata scoperta proprio grazie all'attività di pesca, segnale chiaro di come il mare sia diventato una discarica silenziosa. Inoltre, l'analisi dei dati, incrociati con i resoconti di 50 pescatori, suggerisce che quasi la metà dei rifiuti marini di plastica provenga dalle attività di trasporto marittimo. Stagionalità, condizioni meteorologiche e correnti giocano un ruolo fondamentale nella distribuzione di questi materiali inquinanti. I risultati del monitoraggio indicano sei cluster principali di inquinamento marino, situati lungo le rotte di navigazione. Le aree vicino ai porti di Porto Torres e Stintino sono quelle più colpite, mentre l'area dell'Area Marina Protetta dell'Asinara registra valori più bassi di inquinamento.

  Interessante notare che le microplastiche, pur presenti, sono in percentuale inferiore nelle acque intorno all'Asinara rispetto ad altre aree. Infine, nell'area della Pelosa si osserva una diversità di plancton inferiore a quella delle acque dell'Asinara. Questo dato, sebbene possa sembrare un dettaglio, è invece un campanello d'allarme sulla salute del nostro mare, un indicatore silenzioso ma eloquente della crisi ambientale che stiamo attraversando.

Cronaca

Dramma a Sinnai: Giovane uccide la madre a coltellate
  Un pomeriggio di sangue a Sinnai. In via Monte Genis, un giovane ha brutalmente ucciso la madre con numerose coltellate. È successo poco dopo le 16, all'interno della loro abitazione. Il figlio, il carnefice, è stato immediatamente fermato dai carabinieri, che sono intervenuti sul posto.   Un episodio che scuote...

Italia: Ecatombe nelle carceri, 44° suicidio dall'inizio dell'anno
  Un urlo di dolore si leva dalle mura di Bancali, a Sassari. Un detenuto, sopraffatto dalla disperazione, ha scelto di sfuggire alla sua prigionia impiccandosi con le lenzuola nel reparto ospedaliero dell'istituto penitenziario. Questa morte segna il 44esimo suicidio tra i detenuti in Italia dall'inizio dell'anno, e il quarto in poco più di 2...

Tragico incidente a La Maddalena: Giovane ufficiale della marina perde la vita
  L'alba ha portato con sé una tragica notizia per La Maddalena. Pietro Stipa, giovane ufficiale della Marina originario di Grosseto, ha perso la vita in un incidente in gommone. Alle prime ore del mattino, il gommone su cui viaggiava con una ragazza, rimasta illesa, si è schiantato contro degli scogli affioranti. La Guardia Costiera ha recupe...

Clamoroso ad Alghero: Turisti intrappolati tra i gradini del porto
  Alghero, Via Garibaldi - Il dramma del turismo moderno è un po' come quello dell'avventura: a volte ci si sente come Indiana Jones, altre volte come Mr. Bean. Ed è proprio quest'ultima la sensazione che deve aver provato una coppia di turisti stamattina, quando, anziché imboccare la strada per il porto, hanno deciso di sperimentare un nuovo ...

Alghero: scoperto artista digitale che evade 120mila euro al fisco
  Ad Alghero, la Guardia di Finanza ha scoperto un artista digitale che ha evaso il fisco per ben 120mila euro. L’artista, operante nel settore della crypto art e degli NFT, ha realizzato oltre 20 vendite di opere digitali utilizzando criptovalute, in particolare Ethereum. Le transazioni non erano state dichiarate al fisco, sfruttando l’anonim...

Rapina in centro a Cagliari: il dramma dell'insicurezza
  Ancora una volta, violenza a Cagliari. Due giovani di origine tunisina sono stati arrestati per aver tentato di rapinare un minorenne vicino a piazza del Carmine. La polizia, analizzando i filmati delle telecamere, è riuscita a individuare e fermare i responsabili. Hanno strappato una catenina d'oro dal collo della vittima e sono fuggiti. Qu...

Capo Teulada: Barca di migranti si incaglia - un altro segnale del caos migratorio
  La scorsa notte, una barca con 18 migranti algerini si è incagliata tra gli scogli di Capo Teulada, Sardegna. La Guardia di Finanza è intervenuta prontamente, soccorrendo i migranti, tra cui un minore e un disabile, trasportati poi in ospedale. Gli altri sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir. &n...

Bloccata la linea ferroviaria turistica di Bosa
Il ponte di ferro che sovrasta la SS 129 Bis, fondamentale collegamento tra il Margine e la Planargia, ha subito gravi danni nei giorni scorsi. Un mezzo pesante ha causato il danno, dileguandosi senza denunciare l'incidente, lasciando dietro di sé una situazione critica.Inizialmente, si sperava in un rapido ripristino del ponte. Tuttavia, le prospe...