"Electra" di Guido Sari: Una commedia che ridefinisce l'eroina greca

  Quando l'antico incontra il moderno nelle pieghe dell'immaginazione e della complessità psichica, nasce "Electra" di Guido Sari, la commedia che verrà presentata dall'Associació per a la Salvaguarda del Patrimoni Cultural de l’Alguer. Il prossimo appuntamento con il teatro è fissato per venerdì 5 aprile, alle 18:30, nella Sala conferenze dell’Università delle Tre Età. Non aspettatevi la tragica Elettra di Eschilo, Sofocle ed Euripide, quella eroina assetata di vendetta intrappolata in un destino familiare oscuro e sanguinoso.

  La penna di Guido Sari disegna un'Electra contemporanea, una giovane donna che vive nella convinzione di essere la mitica figura greca, tanto da finire ricoverata in una clinica psichiatrica per questa sua ossessione. La terapia, alquanto insolita, scelta dal Direttore della clinica, consiste nel dare spazio all'immaginario di Electra, coinvolgendo anche i membri della sua famiglia nei ruoli delle figure mitologiche. Una mossa che si rivela fonte di sgomento tra i parenti, ma che mira a una comprensione più profonda del mondo immaginario della giovane, con l'obiettivo di farla ritornare alla realtà. "Electra" si trasforma, quindi, in una commedia dell'apparenza, un gioco di specchi dove la verità è mascherata e ognuno è libero di interpretare la realtà a proprio piacimento.

  Non è la tragedia a dominare la scena, ma l'illusione e la capacità di ciascun personaggio di modellare la realtà secondo desideri e personalità proprie. Saranno gli attori del Teatre de Veus a dare vita a questa insolita rappresentazione, che promette di essere un'esperienza teatrale unica, dove la parola diventa l'unico elemento scenografico, capace di evocare mondi e suggestioni senza il bisogno di scenografie o movimento scenico. Un cast eccezionale, composto da Adele Ibba, Agostino Salis, Anna Maria Di Ruberto, Carmelo Caria, Daniela Riu, Franca Chessa, Giancarlo Ballone, Nanda Salis, Sabrina Aranzanu, Salvor Ruggiu, Tore Sotgiu, Vanna Lobrano, sarà pronto a guidare il pubblico in un viaggio attraverso le emozioni e le riflessioni scaturite da una storia che, pur attingendo dall'antichità, parla direttamente al cuore e alla mente dell'uomo contemporaneo. "Electra" di Guido Sari è quindi un invito a riconsiderare le nostre percezioni della realtà, un'esortazione a guardare oltre l'apparenza e a scoprire la verità che si nasconde dietro le maschere che indossiamo ogni giorno. Un appuntamento imperdibile per gli amanti del teatro, dell'antichità greca e per chiunque sia affascinato dalle infinite sfaccettature dell'animo umano.

Cultura

Su Contadu de Marinella: il brano del Duo Animas che farebbe innamorare De Andrè.
  Dama Poesia e Musa Musica si sono incontrati ancora una volta, sui Lidi della Bellezza, per amarsi e concepire con ragione, un brano ricco di profondità, e carico di emozioni come solo il mare dell’antica terra di Sardegna sa ispirare. Splendide sonorità che richiamano un’eco di flamenco, quelle delle chitarre di Alessandro Melis, si ab...

Presentazione del libro "Tore Burruni Campiò Mundial": Un tributo al campione di Alghero
  Antonio Budruni celebra la leggenda del pugilato Tore Burruni nel suo nuovo libro "Tore Burruni Campiò Mundial", la cui presentazione è prevista per martedì 23 aprile alle 18:30 nella storica Torre di Sulis ad Alghero. Questa location simbolica, dove Burruni iniziò a praticare il pugilato nel dopoguerra, farà da cornice all'evento che coinci...

Castelsardo ospita la XVI edizione della Scuola Estiva di Alta Formazione Filosofica
  Dal 27 al 29 giugno 2024, l'incantevole città di Castelsardo diventerà il cuore pulsante del dibattito filosofico e teologico internazionale grazie alla XVI edizione della Scuola estiva internazionale di alta formazione filosofica di Inschibboleth. Quest'anno, il tema scelto è "Fenomenologia e rivelazione", un argomento che promette di stimo...

Un’autodidatta da Nobel: l’illustre Grazia Deledda
  Il 7 agosto dell’anno 1938, sulle mura della Residenza Comunale della pregiata località balneare e termale di Cervia, in Emilia-Romagna, venne affissa una lapide commemorativa in onore dell’illustre premio Nobel e scrittrice Grazia Deledda; quell’iscrizione, ancora oggi, ricalca le parole ricche d’ammirazione composte dallo scrittore Antonio...

Da Bitti a Sanremo: i segreti del canto a tenore
  Un palco prestigioso ed un cantante di successo hanno reso ancor più importante il ruolo del Canto a Tenore della Sardegna: mi riferisco alla recente presenza dei Tenores di Bitti “Remunnu ‘e Locu” al Festival di Sanremo dell’anno 2024; in quell’occasione si sono esibiti duettando con il bravissimo cantante Mahmood, in un’interessante ri...

Premio alla carriera per un maestro del canto logudorese: Gavino Loria
  Il canto a chitarra è una delle massime espressioni tradizionali della Sardegna, e si tratta di una forma di canto monodico in lingua sarda accompagnato con la chitarra e la fisarmonica; è diffuso particolarmente nel nord Sardegna, dal Logudoro al Goceano, ed in Planargia, Gallura, Anglona e il Sassarese.   Tra ...