Carosello politico in Sardegna: Il countdown per le regionali tra big nazionali e agende fittissime

  In Sardegna, la scena politica si anima e diventa teatro di un evento che promette di scuotere le acque tranquille dell'isola: le elezioni regionali del 25 febbraio. Mentre la data fatidica si avvicina, i colossi della politica nazionale si preparano a sbarcare sull'isola, trasformandola in un palcoscenico per le loro ambizioni e strategie. Elly Schlein e Giuseppe Conte, alfiere del PD e M5S, convergono verso l'isola con un obiettivo comune: sostenere la candidatura di Alessandra Todde, la quale potrebbe entrare nella storia come la prima presidente donna della Regione Sardegna. 

  La Schlein calcherà il palco del Cinema Miramare di Alghero, mentre Conte, in un tour che toccherà le città di Sassari, Nuoro, Oristano e Cagliari, porterà il suo supporto itinerante all'aspirante presidente. Non è da meno il fronte opposto, con Matteo Salvini che annuncia un tour nel nord dell'isola a sostegno di Paolo Truzzu, candidato del centrodestra. La sua presenza ad Alghero e il successivo impegno sono attesi con fervore, segnale di un impegno capillare nella campagna elettorale. L'attesa è palpabile anche per una possibile visita di Giorgia Meloni, che se dovesse confermare la sua presenza, aggiungerebbe ulteriore pepe alla già infuocata contesa elettorale. 

  Nel frattempo, Carlo Calenda e Federico Pizzarotti, sostenendo Renato Soru, si preparano a navigare l'isola con una serie di appuntamenti che spaziano dalle tavole rotonde all'inaugurazione di sedi di partito, fino ad arrivare alla presentazione di libri. Una maratona politica che vedrà i leader nazionali tuffarsi nell'arena sarda, dimostrando che in gioco non ci sono solo le sorti dell'isola, ma l'equilibrio stesso delle forze politiche italiane. Questo intreccio di visite e appuntamenti trasforma la Sardegna in un microcosmo dell'intera scena politica nazionale, con ogni leader che porta con sé un pezzo di quella complessa mappa di alleanze, visioni e promesse che caratterizzano l'Italia contemporanea. Il conto alla rovescia per il 25 febbraio è iniziato, e gli occhi sono tutti puntati sull'isola, dove si giocherà una partita che potrebbe rivelarsi decisiva per il futuro politico della Sardegna e, forse, dell'intero paese.

Politica

Altolà di Todde a Solinas: "Basta giochetti di fine mandato"
  La neo governatrice della Sardegna, Alessandra Todde, non ha perso tempo a mettere in riga il suo predecessore, Christian Solinas, con un altolà che sa tanto di dichiarazione di guerra. "Richiamo il Presidente Christian Solinas al doveroso rispetto istituzionale: lui e la sua giunta sospendano immediatamente le delibere inopportunamente adot...

Francesco Marinaro: Un ringraziamento e un impegno per il futuro della Sardegna
  Al termine di una competizione elettorale che ha visto la Sardegna al centro di intense discussioni e speranze per il futuro, Francesco Marinaro, candidato dei Riformatori Sardi per la circoscrizione di Sassari, emerge non solo come il secondo più votato del suo partito ma anche come un fervente sostenitore di un cambiamento profondo per l'i...

Autonomia differenziata: Todde contro, tra diritti e voti online
  Una secessione dei diritti, nientemeno. Questo il giudizio lapidario di Alessandra Todde, governatrice in pectore della Sardegna, che non usa mezzi termini nel definire l'autonomia differenziata un "provvedimento indecente" che mina alle fondamenta l'unità e l'equità territoriale italiana, soprattutto per le regioni a statuto speciale. ...

Alghero al Centro-Destra: Truzzu sfiora la vittoria regionale, Fratelli d'Italia cresce
  In una tornata elettorale che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all'ultimo, il centro-destra, guidato da Paolo Truzzu, si è fermato a un passo dal traguardo in Sardegna, mancando per poco più di duemila voti su 750,000 la presidenza della Regione. Tuttavia, ad Alghero, la coalizione di centro-destra, civica e sardista, ha motivo di f...

Soru ci riprova, ma stavolta è Camilla: la nuova stella del Consiglio regionale
  In politica le dinastie contano, anche in Sardegna. Le famiglie spesso si intrecciano con le vicende istituzionali un po' come nel caso della famiglia Soru.   A distanza di vent'anni dal debutto di Renato Soru, l'ex governatore e magnate delle telecomunicazioni, nei corridoi del potere regionale, ecco spuntare u...

Sardegna nel post elezioni: Tra mea culpa, "sputi" e polemiche di genere
  Nel vivace scacchiere politico sardo, le recenti elezioni regionali hanno scosso le acque con una forza tale da far emergere, in maniera prepotente, non solo i vincitori ma anche le loro dichiarazioni, cariche di significati e sfumature che meritano una riflessione più profonda. Al centro di questo turbolento mare, troviamo due figure: Paolo...