Davide Nicola raccoglie l’eredità di Ranieri. “Non ho mai fatto miracoli, ma credo nel lavoro”

  L’eredità è pesante. Davide Nicola riceve il testimone da Claudio Ranieri alla guida del Cagliari ed è figura ingombrante per quello che ha fatto negli ultimi due anni (ma anche prima, all’alba del ‘90) il tecnico di Testaccio. Il nuovo mister rossoblù è chiamato a voltar pagina. Si dischiudono nuovi orizzonti e progetti sulla carta intriganti, con il nuovo stadio in fondo al tunnel che potrà esser visto come ulteriore “step” di crescita. 

  L’investitura ufficiale è avvenuta con accanto il ds Nereo Bonato, il quale ha voluto immediatamente chiarire: “È un percorso cominciato 18 mesi fa. Adesso vi è una diversa figura che guida il gruppo, ma non cambia nulla per ciò che riguarda il piano societario”. Davide Nicola fa capire subito che vuole immergersi nella realtà rossoblù senza tanti preamboli. È un tecnico di esperienza: sono 187 le panchine in Serie A e nel dettaglio ha ottenuto 47 vittorie, 48 pareggi e 92 sconfitte, con una media punti di 1,01 a partita. Durante la sua carriera ha centrato ben 5 salvezze (Crotone 2016-2017, Genoa 2019-2020, Torino 2020-2021, Salernitana 2021-2022, Empoli 2023-2024) e la promozione in Serie A con il Livorno nella stagione 2013-2014. “Ringrazio per l’accoglienza che ho ricevuto al mio arrivo.- ha detto il nuovo mister rossoblù-I tifosi mi hanno subito dato la dimensione dell’attaccamento ai colori. Faccio presente che non ho lasciato l’Empoli, ma ho accettato il Cagliari e questa è una sottigliezza importante. La trattativa è stata lunga e complessa, ma questo perchè le persone sono state sempre rispettose dei ruoli.

  Fra le due società vi è stima reciproca”. Nicola arriva in Sardegna rispettando quei parametri tecnico-economici che una società come quella cagliaritana deve seguire per non sforare. E poi l’unità di intenti, non sicuramente secondaria. Su Ranieri solo parole di elogio: “Una delle motivazioni che mi ha spinto ad accettare di allenare il Cagliari è stato sicuramente il fatto che mi abbia preceduto uno come Claudio Ranieri. Una persona splendida prima di tutto. Lui ha una sua storia difficile da eguagliare”. Non ha mai avuto alle sue dipendenze nessuno dell’attuale rosa: “La priorità sarà quella di conoscere sul campo quelli che sono i giocatori a disposizione. A parte Scuffet non ho mai allenato nessuno di loro”. Le prospettive di mercato vengono gestite in sinergia. Piccoli e Zortea faranno parte del Cagliari che verrà, mentre per Viola “stiamo parlando” ha detto Bonato. 

  Il ds chiarisce anche il discorso-Lapadula: “Ha terminato da poco l’esperienza in “Copa America” con il suo Perù. Ora si gode le vacanze, poi si vedrà”. Ancora Nicola: “Mi sono accorto che la gente ci sta molto vicina. Sarà importante per le partite in casa, anche se un rendimento deve essere qualitativo anche in trasferta, in scenari differenti. Quando una squadra raggiunge una sua identità può permettersi di affrontare chiunque, anche formazioni più attrezzate dal punto di vista tecnico. Ed in questo momento sono immerso per introdurmi nel tessuto cagliaritano con la prima priorità che è proprio quella di trovare la nostra reale identità”. Nicola viene visto come l’uomo dei miracoli. Entrando in corsa ha spesso salvato dal naufragio la barca: “La verità è che miracoli non ne ho mai fatti. Credo invece nel lavoro ed in quella che è la mia idea proiettata sul campo. A mio modo di vedere il vero motore di tutto è l’entusiasmo che ogni giocatore mette nel suo lavoro”. Il rapporto con i giovani e gli anziani del gruppo è paritario: “Quando ci sono le qualità non guardo la carta d’identità di ognuno. Se un giocatore ha fame e voglia di emergere con me va molto d’accordo”. È sbarcato a Cagliari anche Luperto, proveniente dall’Empoli dove ha giocato sino alla scorsa stagione e si è immediatamente messo a disposizione per l’inizio della preparazione.

Sport

Grandi emozioni nella quinta tappa della Sardinia Beach Rugby Cup 2024 ad Alghero
  Nella cornice della ventesima edizione del Summerbeach Village, si è svolta la quinta tappa della Sardinia Beach Rugby Cup 2024, organizzata dall'Amatori Rugby Alghero in collaborazione con la Polisportiva Sottorete. Il Lido San Giovanni di Alghero ha accolto squadre e tifosi in una giornata memorabile di sport e competizione. Il torneo, ...

Cagliari attivo sul mercato. Le voci corrono incontrollate
  Cagliari attivo sul mercato. È una delle società che sta provando a muovere le pedine in un periodo di stanca generalizzato. Per comprendere le dinamiche che incidono su una squadra di calcio nel corso di una stagione sportiva bisogna essere sempre beninformati su quello che succede dentro e fuori dal campo, prima, durante e dopo le partite...

14ª tappa tour de France: Pogacar attacca a -4 km e vince staccando tutti
  151,9 km, 4007m di dislivello con pendenza massima del 13,9% e altitudine massima di 2118m, cominciano i Pirenei, si affronteranno come Gpm il Tourmalet, Horquette D’Ancizian, Saint-Lary Soulan-Pla D’Adet, quest’ultimo rappresenterà anche l’arrivo, in salita e difficile. Frazione che potrà determinare gli equilibri in classifica generale,...

7ª Tappa Giro Donne: Bradbury vince dopo 7 km di fuga
  120km, dislivello di 3600m, la tappa della verità per le donne di classifica. Si parte da Lanciano e dopo 4,7km di trasferimento, ci sarà il via alle 10:30. Ritiro prima della partenza per Chiara Consonni, Vittoria Guazzini, Maud Odeman e la Chabbey per la caduta di ieri. Pronte via al km 0 si muove subito Iris Monticolo, inseguita da Gio...

13ª Tappa Tour: Il ritiro di Roglic, Philipsen vince in volata lunga
165,3 km con 1719m di dislivello e appena 337m di altitudine massima con la pendenza massima al 7,8%, 2 GPM di 4ª categoria ed un traguardo volante dopo 88,5 km percorsi. La notizia del giorno è il ritiro di Herrada e soprattutto di Roglic, che non ha preso il via della corsa gialla per le conseguenze della caduta di ieri. In teoria tappa per ve...

6ª Tappa Giro donne: Lippert in fuga da lontano si aggiudica la tappa
  159 km con 2000m di dislivello, tappa mossa 10 salite più o meno dure ed altrettante discese ed un arrivo in salita all’ultimo GPM di Chieti. Le maglie alla partenza sono: Rosa Longo Borghini, Rossa Kopecky Azzurra Emond Bianca. Niedermaier. Non hanno preso il via Kessler Wiel e Pirrone. Le atlete si muovono alle 9:55 verso il km 0 e dop...

È ufficiale, Dalia Kaddari parteciperà alle Olimpiadi di Parigi
L'infortunio muscolare durante la 4x100 agli Europei di Roma non impedirà alla velocista sarda Dalia Kaddari, delle Fiamme Oro, di partecipare alla sua seconda olimpiade dopo quella di Tokyo 2020. È stata ufficialmente selezionata a far parte della squadra italiana verso la seconda Olimpiade a Parigi, nei 200 m e nella 4x100. “Il percorso non è sta...

Sette sardi all”Olimpiade di Parigi
  Sarà un'Olimpiade da record per l'Italia: Parigi 2024 vedrà infatti la partecipazione di 403 atlete e atleti azzurri, un numero che supera il precedente primato registrato alla scorsa competizione di Tokyo con 384. Fra i rappresentanti del Tricolore ci saranno sette sardi (otto includendo Filippo Tortu che nell'Isola ha radici fortissime). L...

Girmay vince la sua terza volata rimontando 15 posizioni, Roglic perde altri 2:27
  203,6 km, 2145m di dislivello e 739m di altitudine massima con pendenza massima del 8,4%, 3 GPM e 1 Traguardo Volante. Giornata buona per le fughe ma forse i velocisti vorranno dire la loro. Ritirato Morkov colpito dal covid. Oggi la neutralizzazione della tappa parte già dai -5 chilometri Foratura prima del km 0 per Ayuso, dovranno aspet...

Focus rossoblù: Davide Nicola al microscopio
  Il Cagliari Calcio, dopo aver sofferto per mantenere la categoria la scorsa stagione, ha deciso di cambiare rotta salutando Mr Ranieri e accogliendo Davide Nicola come nuovo tecnico. Questo cambiamento segna un nuovo capitolo per i rossoblù, e vale la pena esaminare da vicino il nuovo mister. Davide Nicola non è un nome nuovo nel panorama...