Giro d’Italia 11° Tappa: Foiano di Val Fortore - Francavilla al Mare

  203.5 km attraverso Campania, Puglia, Molise e Abruzzo. La frazione inizia con un'altimetria impegnativa, per poi spianarsi e diventare mista con un finale per velocisti. Vedremo se il gruppo riuscirà a controllare gli eventuali tentativi di fuga. La prima notizia di questa mattina è il ritiro di Uitebrocks; oggi la maglia bianca sarà sulle spalle di Antonio Tiberi, giovane promettente. Combattivo della giornata di ieri è stato Tratnik. Il primo allungo della giornata arriva dopo appena 1 km dal km 0, con Edoardo Affini che tenta di evadere dal gruppo insieme al compagno Van Dijke e a un corridore della Cofidis, Champion. 

  Il gruppo disteso sulla sede stradale intera non sembra interessato a riprenderli, per ora. Gli attaccanti si danno cambi regolari e sembra esserci molto accordo tra loro. Infatti, a -200 km hanno già guadagnato 1:06, con il terzetto che va a 33 km/h mentre il gruppo a 29 km/h. A -192,2 km il gruppo, allungato con la Lidl Trek a tirare insieme a un corridore della Soudal Quick-Step. La testa della corsa ha 2 minuti di vantaggio mentre il gruppo attraversa le campagne foggiane, ancora per 7 km prima di entrare in Molise. A -180,4 km Pellizzari, in difficoltà, si stacca dal gruppo nella discesa. Il gruppo si spezza in più tronconi. A -176,5 km Alaphilippe aspetta l’ammiraglia per il cambio della ruota anteriore, risalirà nell’arco di 10 km.

   A -166,3 km comincia la salita per l’unica asperità di giornata, il GPM di Pietracatella. Nel gruppo ci sono momenti di relax e scherzo, forse anche per guardarsi intorno e vedere la bellezza del paesaggio. Nonostante ciò, la fuga è tenuta a 2:17 perché un Affini che sta bene fa paura al gruppo. Intanto, a -161,2 Marcellusi riesce a riaccodarsi vicino al gruppo, ma fa fatica in seguito alla caduta. Anche Damiano Caruso si attarda in coda al gruppo. A -158,6 km il GPM di 3° categoria di Pietracatella, dove i battistrada transitano tranquillamente senza disputarlo, per poi immettersi nella discesa, tratto in cui potrebbero guadagnare ancora rispetto al gruppo. In questo, stanno collaborando a tirare ben 4 squadre, la prima volta in questo giro, con un ritardo ora di 2:39. A -132,7 km lo sprint di Casacalenda non disputato, dove è transitato per primo Champion. A -94 km il vantaggio dei battistrada è sceso a 1:12, rallentando l’andatura. A -88,4 km il gruppo aumenta l’andatura mentre anche gli attaccanti di giornata riprendono un buon ritmo. Ora il vantaggio della testa della corsa è di appena 1 minuto. A -81,6 km problema per Caleb Ewan che cambia la bici in seguito a una foratura, a -77,9 km rientra in gruppo. 

   A -77,3 km ormai il vantaggio dei tre uomini al comando è di appena 30 secondi. A -74,5 km problema per Majka della UAE che cambia anche lui la bici, e dopo 2 km rientra in gruppo che nel frattempo ha fatto una frenata perché il vantaggio si era ristretto troppo ed è troppo presto per riprendere i tre battistrada che riguadagnano 50 secondi di vantaggio a -70 km. A -69,4 km il traguardo Intergiro non viene disputato e viene preso da Champion. A -35,9 km i tre battistrada si rialzano e vengono ripresi a 11 secondi. A -35 km il traguardo volante di Fossacesia Marina non disputato da nessuno, vinto da Mullen della Bora, con Geraint Thomas che arrivando secondo si prende 2 secondi di abbuono. A -23,5 km problema meccanico per Simon Geschke, che si affretta a rientrare dopo il cambio della bici. A -20 km una caduta coinvolge due corridori: Grosschartner, che ha problemi a risalire in bici, e Vermaerke, che è già ripartito. Grosschartner riparte, ma è tremolante e dolorante. Nel frattempo, Andrea Piccolo tenta un allungo, ma viene già ripreso. A -15,1 km cominciano a organizzarsi i trenini dei velocisti mentre il gruppo viaggia a 75 km/h. Dopo una curva a 90°, gli ultimi 3 km in rettilineo con vento contrario. Sarà fondamentale non partire lunghi per fare la volata. Dopo una bagarre per i posti migliori, intorno alla trentesima posizione del gruppo una caduta poco prima della volata coinvolge Jakobsen. Parte Tim Merlier in volata, e dopo poco Jonathan Milan si sgancia dai corridori davanti a lui e parte all’inseguimento, dimostrando una netta superiorità nella volata! Seconda vittoria a questo Giro per Jonathan Milan, dopo Andora! Secondo posto per Groves. Durante la volata, Molano della UAE è stato letteralmente spinto contro le transenne. La giuria visionerà se ci sono state irregolarità!

Sport

Tappa 19 Mortegliano – Sappada - Il riscatto di Andrea Vendrame
  Tappa 19 Mortegliano – Sappada Il riscatto di Andrea Vendrame 157 km, 2850 metri di dislivello.  143 i corridori rimasti in gara. Cominciano subito al km 0 scatti e contro scatti, ma non è il terreno fertile per le fughe. Tante sono le squadre che vogliono entrare in fuga. Forse troppe. Il primo tentati...

I pronostici di MR Simon per l'ultimo weekend di Serie A
  I pronostici di MR SIMON. Stiamo all'epilogo della giornata numero 38, l'ultima del calendario stagionale del campionato di Serie A 2023/24 appassionati di calcio, Alcuni verdetti sono arrivati, per gli ultimi servono ancora 90 minuti per decidere, per esempio, quale sarà la terza squadra che dopo Salernitana e Sassuolo lascerà la m...

La Fiorentina rovina la festa di Ranieri
  La partita è solo il festoso ma rocambolesco scenario dell’ultima grande recita di Ranieri. Gli occhi sono tutti per lui, sir Claudio, che mai più si siederà su una panchina di un club, dopo aver firmato l’ultimo capolavoro, la salvezza del Cagliari. L’incipit dell’Unipol Domus è da brividi. Tutti ad applaudire: pubblico, giocatori, le panch...

Presentata a Golfo Aranci la tappa di Coppa del Mondo open water
Golfo Aranci si prepara a diventare il palcoscenico di un evento unico che promette di incantare il mondo. Le riprese in diretta, grazie alle camere fisse, in movimento e dall’alto, trasporteranno gli spettatori in un angolo pregiato della Gallura marina, offrendo una visione mozzafiato. Attraverso il canale YouTube della World Aquatics e il sito w...

Giro d'Italia 18° Tappa - Tim Merlier beffa Milan
  All’inizio del percorso, dopo una partenza in discesa, questa è la penultima chiamata di questo giro per le ruote veloci, prima del gran finale di Roma, poiché la strada dopo circa 7 km di discesa, spianerà diventando terreno favorevole non più per le fughe, che potrebbero invece crearsi alla partenza, ma per i velocisti. Ultima chiamata ...

Successo per la Why Company Martial Gym Alghero ai campionati nazionali di karate
  Si sono svolti a Montecatini i campionati nazionali di karate per agonisti, dai 15 anni fino ai veterani, con atleti divisi per categorie di età e di cintura. La Why Company Martial Gym Alghero ha partecipato con tre atleti, tutti cinture nere, conquistando due medaglie d'oro nella specialità del combattimento. Le protagoniste del success...

Cagliari Calcio: Chi sarà l'erede di Claudio Ranieri?
  Il Cagliari Calcio è già al lavoro per trovare il nuovo allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione, dopo l'annunciato addio di Sir Claudio Ranieri. L'obiettivo è chiudere l'accordo prima del ritiro pre-campionato, anche se alcune trattative dovranno attendere fino al 30 giugno per la scadenza di vari contratti. In pole posi...

Lo Slalom Gusana Gavoi, torna dopo un anno di fermo il 22-23 Giugno 2024
  Sono aperte le iscrizioni per la 14° edizione dello slalom Gusana Gavoi, 3° Memorial Giovanni Vacca. La gara in calendario nel fine settimana dal 22 al 23 giugno prossimo, è anche quarta prova del Campionato Regionale Aci Sport Slalom 2024. Il percorso si snoderà dal Km 134.922 fino al km 136.625 della SS 128 più 248 metri della...

Giro d’Italia 17° tappa Selva di Valgardena – Passo Brocon
  159 km dislivello 4200, la nuova cima Coppi, il Passo Sella di 1° categoria, farà gola a chi vuole attaccare per la prestigiosità che porta passare prima alla cima coppi, appunto. Avvio in salita per una delle tappe più impegnative di questo Giro, potrebbe partire qualche fuga fin da subito ma la squadra della maglia rosa e degli altri le...