Ranieri pesca dalla panchina e agguanta il pareggio con il Verona

  Un passo alla volta. La pasquetta regala un pareggio (1-1 gol di Bonazzoli e dell’ex Sulemana) a Cagliari e Verona che così procedono a braccetto a quota 27 nella difficile e lunga corsa verso la salvezza. Un pareggio giusto perché un tempo, il primo, è del Verona che trova il punto che Baroni voleva, un altro è del Cagliari, il secondo, che preme, cerca con ostinazione, ma anche confusione, la rimonta. Una sconfitta avrebbe tremendamente complicato i piani dei sardi che invece restano a galla ancora salvi per il momento. Anche se li attende un trittico tremendo: Atalanta in casa, Inter fuori e Juve in casa. Mentre il Verona ospiterà il Genoa, poi andrà a Bergamo e quindi avrà un’atra sfida spareggio con l’Udinese in casa.

  Il Verona è fedele al suo modulo: 4-2-3-1, ma Noslin agisce a destra con Mitrovic (prima da titolare e premiato dopo i due gol con l’Under 21 serba) a sinistra e Folorunsho sottopunta dietro Bonazzoli che non giocava titolare dall’undicesima giornata con il Monza. Ranieri comincia col 4-4-2, che dopo 10’ diventa 4-2-3-1 come il Verona con continui cambi per non dar riferimenti. Ma la partita la fa il Verona e il Cagliari, come spesso gli succede, concede troppo campo e iniziativa all’avversario che domina anche sulle seconde palle, su contrasti, nei duelli aerei in cui Dawidowicz svetta sempre. Mina monta una guardia spietata su Folournsho, il duello è elettrico da subito. Il Cagliari ha un’unica occasione al 13’ quando Nandez sfugge a Dawidowicz e crossa bene, Shomurodov anticipa Tchatchoua ma manda fuori. Il Verona insiste sui soliti lanci lunghi, il Cagliari non riesce mai a innescare Luvumbo e nemmeno le punte. Così al 30’ su una palla persa da un Makoumbou spesso troppo molle, Noslin pedala a destra e crossa senza che Augello opponga resistenza, Bonazzoli è solo a centro area con Dossena molto staccato colpisce di tacco. 

  Scuffet tocca ma non fa il miracolo. Lo fa al 39’ quando Florunsho, imbeccato ancora da Noslin lo manda in porta ma il portiere friulano è bravo di piede. Il Cagliari è disunito, solo Nandez e Mina ruggiscono, il Verona controlla con molta regolarità. E va al riposo meritatamente i vantaggio tra i fischi del pubblico di casa ai rossoblù. Si riparte con due cambi: Ranieri cerca la qualità con Viola al posto di Shomurodov, Baroni replica con Lazovic per Mitrovic. I veneti passano al 4-4-2 con Noslin che affianca Bonazzoli e Florunsho a destra. Il Cagliari deve attaccare ma su un errore di Zappa consente una giocata al Verona, Bonazzoli smista bene per Duda che pesca solo Lazovic che mette dentro. Doveri vede il fuorigioco, con l'aiuto del Var. Ma Doveri, invece, poco dopo non giudica da rigore una trattenuta in area di Tchatchoua su Luvumbo al quale il belga tiene vistosamente la maglia. Luvumbo si scatena prova a trascinare il Cagliari che però deve stare attento alle fulminanti ripartenze del Verona e Scuffet è ancora bravo di piede su Lazovic. 

  Al 21’ la panchina gialloblù si gioca la carta Suslov che sembrava dovesse star fuori un mese. E al 27’ anche Ranieri tenta il tutto per tutto cambiando un centrocampo insufficiente: fuori Makoumbou e Deiola, dentro Prati e l’ex Verona Sulemana. Dentro anche Oristanio per Nandez. E le sostituzioni danno subito ragione al tecnico romano perché il Cagliari va all’assalto: cross di Viola, Cabal respinge corto sui piedi di Sulemana che non perdona e fa 1-1. Il Cagliari fiuta aria di rimonta totale, ci prova con Luvumbo ancora scatenato. Del Rosso inserisce anche Swiderski per l’esausto Noslin, ma al 40 ‘ Magnani fa un regalone a Lapadula che serve Zito, Montipò ci arriva e riesce a deviare. E’ l’ultimo sussulto. Anzi, c'è il giallo a Magnani che, diffidato, dovrà saltare il Genoa che arriva al Bentegodi nel prossimo turno.

Sport

Diamond League: Coleman si Impone, ma Ashe Minaccia il Dominio
  La stagione della Diamond League ha preso il via con una nota di intensità, soprattutto per il dominio incrollabile dei signori della velocità. Nella tappa inaugurale in Cina, il talentuoso velocista statunitense Christian Coleman ha conquistato la vittoria nei 100 metri piani, inaugurando la sua campagna all'aperto con uno sprint che ha las...

Segnali forti e chiari. Il Cagliari si avvicina alla quota salvezza
  Vittoria sfiorata. Il Cagliari stordisce la Juventus con un primo tempo perfetto e ottiene due rigori e il vantaggio di due gol. Ma nella ripresa si abbassa troppo e concede l’iniziativa ai bianconeri che riacciuffano la gara grazie ad una punizione inesistente e un autogol. Finisce 2-2 e i rossoblù aggiungono un mattone nella corsa salvezza...

La Gymnasium festeggia una vittoria convincente fuori casa
  La Gymnasium ha conquistato una vittoria decisa nel campionato di Serie D femminile di pallavolo della Sardegna. In un'atmosfera di gioco controllata e determinata, le ragazze della Gymnasium hanno dimostrato il loro impegno e la loro abilità tecnica, giocando con una precisione che ha portato alla vittoria senza precedenti. 

La Dinamo Sassari non smette di perdere
  Dopo le sconfitte maturate negli ultimi due gare, la Dinamo allenata dall’ottimo tecnico Nenad Markovic subisce-poche ore fa- l’ennesima battuta d’arresto della sua sfortunata Stagione. Un match, svoltosi nell’impianto sportivo sassarese, terminato sul risultato di 88-112, che ha visto la compagine sarda affrontare l’ostica Openjobmetis Vare...

Sconfitta per l'Amatori Rugby Alghero a Calvisano nella XX giornata di Serie A
  Nella XX giornata di Serie A di rugby, l'Amatori Rugby Alghero ha affrontato una difficile trasferta a Calvisano, uscendo sconfitta per 20-10 dal campo dello Stadio San Michele. Il match si è svolto domenica 21 aprile 2024 e ha visto i padroni di casa del Tiesse Robot Calvisano imporsi con determinazione. Il primo tempo ha visto Calvisano...

Parità tra Torres e Cesena al Vanni Sanna: un match avvincente chiude sull'1-1
  Gara indubbiamente bella ed avvincente, quella svolta poche ore fa allo Stadio "Vanni Sanna", nel match che vedeva la Torres opposta alla capolista Cesena. Un match, terminato sul risultato di 1-1, che consente da una parte al team rossoblù del nord-Sardegna di raggiungere matematicamente la seconda posizione in classifica e che dall'altro p...