La danza delle poltrone tra Todde e il PD: Un ballo sardo sotto il tetto della Regione

  Ecco a voi l'ultimo episodio della telenovela politica sarda: l'accordo tra Alessandra Todde e il Partito Democratico sulla composizione della giunta. Nel bel mezzo di un'isola dove la tradizione incontra il futuro, si svolge il rito del compromesso, una danza antica quanto la politica stessa. 

  "Sicuramente sarà l'ultimo con il PD e quindi questo mi rende particolarmente felice," esulta Todde, in un misto di sollievo e anticipazione, come chi vede finalmente la luce in fondo a un lungo e tortuoso tunnel. La promessa di un asse forte e coeso tra M5S, PD e la presidente suona quasi come una preghiera in una coalizione che sembra più un mosaico di pezzi disparati che un solido blocco unitario.

  Il teatro di questa negoziazione è la sede cagliaritana della coalizione, dove si discutono assetti, equilibri e, soprattutto, il sacro principio della mediazione. "I compromessi ci sono perché c'è una mediazione," spiega Todde, rivelando una profonda verità politica: dietro ogni grande decisione c'è sempre un grande compromesso. E in questo caso, il compromesso sembra girare attorno ai tre assessorati per il PD, più la presidenza del Consiglio regionale, anche se nessuno osa parlare apertamente di nomi e numeri. 

  Ma l'orizzonte politico sardo non si limita alla formazione della giunta. Le amministrative sono dietro l'angolo, pronte a testare la solidità e la coesione di questa neo-alleanza. "Abbiamo delle amministrative che ci aspettano," ribadisce la presidente, con la determinazione di chi sa che le battaglie vere sono quelle che si combattono sul campo, non nelle stanze dei bottoni. E poi c'è la questione di genere, un argomento che Todde affronta con pragmatica saggezza: "non è una questione di genere, è una questione di persone in grado di fare."

  Parole che rivelano una visione moderna della politica, dove competenza e capacità dovrebbero trionfare su ogni altra considerazione. Tuttavia, la promessa di una "composizione femminile importante" fa ben sperare per una rappresentanza equilibrata e diversificata. In questo intricato gioco di potere, dove si intrecciano desideri, abilità e limiti, la presidente Todde si ritrova a tessere la tela di un governo che sarà, si spera, all'altezza delle aspettative dei sardi. 

  Un compito arduo, ma non impossibile per chi ha già dimostrato di poter navigare le tempestose acque della politica regionale con determinazione e astuzia. Nel frattempo, il PD si gode il momento, soddisfatto di una trattativa che sembra aver portato i suoi frutti. "Noi abbiamo in mente una squadra che va oltre i nomi della giunta," afferma il segretario Piero Comandini, lasciando intendere che la vera partita si gioca su un campo ben più ampio, dove l'azione di governo si intreccia con l'attività legislativa e il lavoro del Consiglio. 

  L'isola continua ad attendere, subito dopo pasqua, per il 9 aprile è prevista la convocazione ufficiale per la prima seduta dell'Aula e la Sardegna si prepara a inaugurare un nuovo capitolo della sua storia politica. Tra speranze e preoccupazioni, tra compromessi e visioni di futuro, resta da vedere se questa nuova alleanza riuscirà a navigare le sfide che la attendono, o se si rivelerà solo un altro castello di carte pronto a crollare al primo soffio di vento.

Politica

Giunta Todde revoca delibera ospedali, Pais: 'Comincia l'era del No a tutto'
  "La giunta Todde ha deciso di affossare definitivamente i nuovi ospedali, compromettendo il rilancio della modernizzazione delle strutture sanitarie dei prossimi 30 anni", ha detto il coordinatore regionale della Lega. "È un'azione che va contro tutti i cittadini sardi, ma in particolare quelli di Sassari e Alghero che riponevano grandi a...

Giunta Regionale: Deliberazioni in vista, ma sorge l'inquietudine
  Oggi si è riunita in Consiglio regionale la giunta regionale, presieduta da Alessandra Todde. Di seguito, alcuni dei provvedimenti approvati. Su proposta della presidente, è stato nominato, in via transitoria, il funzionario regionale Alessandro Inghilleri, responsabile della protezione dei dati (RPD) fino alla conclusione delle procedure...

Alghero: Il puzzle politico e il mistero della candidatura democratica
  Questa sera si terrà l'Assemblea straordinaria della Direzione del Partito Democratico, convocata d'urgenza sotto l'egida del presidente Mimmo Pirisi. Tra i punti all'ordine del giorno, uno spicca con evidenza: la scelta della candidatura a Sindaco. E qui sorge spontanea una domanda che danza nell'aria densa di incertezza: sarà l'ora di Cacc...

Fratelli d'Italia ad Alghero: Una chiamata alle armi per l'unità della coalizione
  In una fase cruciale come quella della campagna elettorale, che vede il centrodestra al bivio tra il consolidamento del suo dominio e la possibilità di un tracollo, Fratelli d'Italia ad Alghero lancia un vibrante appello all'unità. Il coordinatore locale del partito Marco Di Gangi invoca un rinnovato spirito di collaborazione tra le forze al...

Comunali a Sassari: Mascia, "candidatura plurale e unitaria"
  Il centrosinistra si presenta con 10 liste e cerca altri alleati "La nostra candidatura è plurale, unitaria, collegiale. È un trait d'union fra la precedente classe dirigente e una nuova generazione che impegna tutte e tutti verso il governo della città". Nella sede del Pd sassarese Giuseppe Mascia parla da sindaco in pectore per tutta la...

Massimo Zedda apre la campagna elettorale a Cagliari
  La campagna elettorale per l'elezione del sindaco di Cagliari e del consiglio che si terrà nei giorni 8 e 9 Giugno entra nel vivo. Su proposta dell’assessore degli Enti locali, finanze e urbanistica, Francesco Spanedda, l’Esecutivo ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Cagliari e nominato il commissario straordinario dopo l...

Tedde risponde duramente a Bamonti: "Ho fondato il centrodestra ad Alghero"
  In risposta alle recenti tensioni all'interno del centrodestra di Alghero, Marco Tedde, candidato sindaco per la coalizione di destra, ha chiarito la propria posizione riguardo alle critiche mosse da Alberto Bamonti, ex coordinatore cittadino dei Riformatori Sardi. Durante una conferenza stampa, Tedde ha sottolineato il proprio contributo st...

Comunali di Alghero: Vecchie e nuove divisioni nel centrodestra
  A poche settimane dall'avvio della campagna elettorale per le comunali di Alghero, il panorama politico locale è un intricato groviglio di alleanze, scissioni e posizioni incerte.   Marco Tedde, candidato del centrodestra "unito" a sindaco di Alghero, è nel mirino delle critiche, ma sembra cercare di mantenere u...

Marco Tedde e la visione del Centrodestra per Alghero: Un futuro strategico e aperto
  Questa mattina, nella sala Mimosa dell'Hotel Catalunya ad Alghero, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della candidatura a sindaco di Marco Tedde per il centrodestra. Erano presenti rappresentanti locali e regionali dei partiti della coalizione, tra cui il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, Barbaro Polo, e l'onorevo...