Guadagna facendo segnalazioni per chi parcheggia male: Quando l'app ti trasforma in un vigile vendicativo

  In un mondo dove la tecnologia cerca di risolvere ogni piccolo disordine della vita quotidiana, ecco arrivare Scout Park, l'ultima trovata svedese che trasforma il comune cittadino in un agente del controllo del traffico, con tanto di incentivo monetario. Per coloro che si sono sempre sentiti un po' vigili nel cuore, ora c'è un'app che legittima questa passione e paga pure! "Scout Park ti trasforma in un parcheggiatore" – promette l'entusiastico sito dell'app.

  Non proprio una carriera che molti bambini sognano di fare da grandi, ma chi siamo noi per giudicare i sogni altrui? Grazie a questa applicazione, i pedoni frustrati possono ora fare foto alle auto mal parcheggiate e guadagnare circa quattro euro per ogni infrazione che riescono a segnalare e che viene accettata dalle autorità. L'app istruisce gli aspiranti giustizieri su regole e regolamenti locali, e, con pochi tocchi sullo smartphone, permette di geolocalizzare la violazione, che va da "Parcheggio non permesso" a "Mancanza di disco orario". 

  Quasi come un videogioco, ma invece di raccogliere monete virtuali, si incassano corone svedesi. Erik Englund, Amministratore delegato di Scout Park, la definisce una "situazione vantaggiosa per tutti". Davvero per tutti? Forse non per l'incauto automobilista che si ritroverà con una multa salata mentre il nostro eroe di quartiere si gode un caffè pagato con il frutto della sua vigilanza. L'idea che la giustizia partecipativa possa avvenire attraverso un'app che fa guadagnare soldi su ogni infrazione segnalata solleva qualche perplessità. È davvero questa la comunità digitale che vogliamo costruire? Una società dove ognuno tiene d'occhio l'altro, armato di smartphone e app incentivanti, pronti a trasformare ogni minima infrazione in una fonte di reddito? 

  La giustizia tecnologica, se così si può chiamare, trasforma i cittadini in giudici improvvisati, che possono punire i propri vicini con una semplicità disarmante. Certo, l'intenzione di migliorare il rispetto delle regole stradali è lodevole, ma quando il controllo si sposta dalle mani delle autorità a quelle dei cittadini incentivati economicamente, si apre una discussione molto più ampia sui confini tra servizio pubblico e sorveglianza privatizzata. In conclusione, mentre Scout Park potrebbe sembrare una soluzione ingegnosa al caos del parcheggio urbano, potrebbe anche essere vista come un passo verso una distopia sorvegliata dove ogni cittadino è sia guardiano sia delatore, a seconda della convenienza. E a quanto pare, in questa visione moderna del controllo sociale, tutto ha un prezzo, anche la giustizia.

Attualità

Alghero: Un città allo sbaraglio, tra insoddisfazione e inadeguatezza
  Le recenti indagini demoscopiche su Alghero offrono un quadro desolante e preoccupante della città e della sua amministrazione. Più di sei cittadini su dieci dichiarano di essere soddisfatti della qualità della vita, ma questo dato nasconde una realtà ben più amara.   Un rilevante 23% percepisce un netto peggior...

Intelligenza artificiale in azienda: Urgono norme chiare prima che sia troppo tardi
  A Firenze, durante l'incontro organizzato da Fonarcom, si è discusso un tema cruciale e pericolosamente sottovalutato: l'uso dell'intelligenza artificiale nei rapporti di lavoro. La tecnologia, che solo pochi anni fa sembrava fantascienza, è ormai realtà quotidiana e pone questioni pressanti. Dove sono finite le battaglie contro i poltronifi...

Presenza luminosa misteriosa nel cielo di Ossi: Un enigma senza risposta
  Ossi, 17 maggio 2024 - Mercoledì scorso, intorno alle 22:00, una donna di Ossi ha assistito a un fenomeno inspiegabile mentre si trovava nel proprio cortile. Ha raccontato di aver visto due fonti luminose molto intense nel cielo sopra il rione Litterai, nei pressi di un'area archeologica. Secondo la testimonianza della donna, "Quella di d...

Tragedia in Sardegna: Grano in ginocchio e agricoltori alla rovina
  Mentre il sole cocente dardeggia impietoso sui campi arsi del Basso e Medio Campidano, la Sardegna vive una delle peggiori crisi agricole degli ultimi decenni. I lunghi mesi senza una goccia di pioggia hanno gettato nella disperazione gli agricoltori della regione, già provati da annate difficili e promesse non mantenute. Si fa largo il grid...

La Sardegna sprofonda: la denatalità, il vero dramma dell'isola
  Signore e signori, diamo il benvenuto al nuovo triste primato della Sardegna, campione di denatalità. Un -0.6% non sembrerà un numero da urlo, ma in termini di vita reale, questo significa una diminuzione di 9.267 anime in un anno soltanto, un vero e proprio spopolamento che supera l'allarmante media nazionale. Il 2022 ha visto la nascita di...

Maternità e carriera: Il dilemma che logora le donne
  La difficile scelta tra carriera e maternità è una realtà che molte donne devono affrontare. Questa scelta è spesso complicata da un ambiente lavorativo che non sempre supporta l'equilibrio tra vita professionale e responsabilità familiari. Nonostante l'avanzamento delle politiche di parità di genere, le donne continuano a incontrare ostacol...

Il legame indissolubile: Riflessioni sulla festa della mamma
  Oggi, 12 maggio 2024, celebreremo in Italia e in altre parti del mondo la Festa della Mamma, una ricorrenza dedicata a quelle figure straordinarie che rappresentano il fulcro della nostra esistenza. Questa festa, che ogni secondo sabato di maggio trasforma i semplici giorni in momenti di celebrazione emotiva, affonda le sue radici nell'antic...