Soru e la sfida del rinnovamento: Verso una regione più agile e moderna

  In una sala gremita di volti attenti e speranzosi, a Cagliari, il candidato della Coalizione sarda, Renato Soru, ha gettato luce sulle ombre di un sistema regionale che pare ormai un vecchio meccanismo arrugginito. "La macchina regionale è bloccata", ha esordito Soru, delineando un quadro dove l'organizzazione, gli strumenti e il personale sembrano fossilizzati in un tempo che non c'è più. Durante l'incontro, organizzato da Antonio Ara, si è ascoltato il respiito profondo di una burocrazia che annaspa. "Dalle vostre parole emerge il vuoto", ha detto Soru, parlando di un'amministrazione che vive in una sorta di limbo, tra l'impegno dei dipendenti e la frustrazione per una politica troppo invadente. Soru ha poi puntato il dito verso una struttura organizzativa obsoleta: "Dodici assessorati figli di un'altra epoca", ha commentato, sottolineando la necessità di riforme radicali che snelliscano e modernizzino il sistema. 

  La legge sull'organizzazione della Regione, secondo il candidato, necessita di un aggiornamento urgente per riflettere la realtà lavorativa odierna. Il tema dell'inefficienza digitale è stato un altro punto focale dell'intervento. "Il sito della Regione è tornato indietro", ha lamentato Soru, evidenziando come le risorse investite nell'informatica sembrino evaporate in un mare di inefficacia. Riguardo ai concorsi, Soru ha espresso un pensiero critico sulla loro attuale gestione, paragonandoli a una "lotteria", e sottolineando la necessità di un sistema che valorizzi le competenze e l'adattabilità al servizio pubblico.

  In chiusura, Soru ha delineato la sua visione di una pubblica amministrazione non solo come entità verificatrice e sanzionatrice, ma come un organismo che lavora in armonia, accogliente e consulente, per il crescimento della comunità. L'agenda elettorale del 3 febbraio vede Soru impegnato in una serie di incontri con i cittadini e altri candidati, testimoniando la sua determinazione nel portare avanti questo messaggio di rinnovamento. In sintesi, il discorso di Soru è stato un chiaro invito a guardare al futuro con occhi nuovi, a osare riforme audaci per un sistema che non può più permettersi di rimanere ancorato al passato.

Politica

Altolà di Todde a Solinas: "Basta giochetti di fine mandato"
  La neo governatrice della Sardegna, Alessandra Todde, non ha perso tempo a mettere in riga il suo predecessore, Christian Solinas, con un altolà che sa tanto di dichiarazione di guerra. "Richiamo il Presidente Christian Solinas al doveroso rispetto istituzionale: lui e la sua giunta sospendano immediatamente le delibere inopportunamente adot...

Francesco Marinaro: Un ringraziamento e un impegno per il futuro della Sardegna
  Al termine di una competizione elettorale che ha visto la Sardegna al centro di intense discussioni e speranze per il futuro, Francesco Marinaro, candidato dei Riformatori Sardi per la circoscrizione di Sassari, emerge non solo come il secondo più votato del suo partito ma anche come un fervente sostenitore di un cambiamento profondo per l'i...

Autonomia differenziata: Todde contro, tra diritti e voti online
  Una secessione dei diritti, nientemeno. Questo il giudizio lapidario di Alessandra Todde, governatrice in pectore della Sardegna, che non usa mezzi termini nel definire l'autonomia differenziata un "provvedimento indecente" che mina alle fondamenta l'unità e l'equità territoriale italiana, soprattutto per le regioni a statuto speciale. ...

Alghero al Centro-Destra: Truzzu sfiora la vittoria regionale, Fratelli d'Italia cresce
  In una tornata elettorale che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all'ultimo, il centro-destra, guidato da Paolo Truzzu, si è fermato a un passo dal traguardo in Sardegna, mancando per poco più di duemila voti su 750,000 la presidenza della Regione. Tuttavia, ad Alghero, la coalizione di centro-destra, civica e sardista, ha motivo di f...

Soru ci riprova, ma stavolta è Camilla: la nuova stella del Consiglio regionale
  In politica le dinastie contano, anche in Sardegna. Le famiglie spesso si intrecciano con le vicende istituzionali un po' come nel caso della famiglia Soru.   A distanza di vent'anni dal debutto di Renato Soru, l'ex governatore e magnate delle telecomunicazioni, nei corridoi del potere regionale, ecco spuntare u...

Sardegna nel post elezioni: Tra mea culpa, "sputi" e polemiche di genere
  Nel vivace scacchiere politico sardo, le recenti elezioni regionali hanno scosso le acque con una forza tale da far emergere, in maniera prepotente, non solo i vincitori ma anche le loro dichiarazioni, cariche di significati e sfumature che meritano una riflessione più profonda. Al centro di questo turbolento mare, troviamo due figure: Paolo...