Escursionisti francesi soccorsi nell'oasi WWF di Uta

  Il sole sardo batte forte anche in primavera inoltrata, e i sentieri dell'oasi WWF di Monte Arcosu sono una meraviglia selvaggia che attira avventurieri da ogni dove. Questa volta, a perdersi nel verde intricato della macchia mediterranea, sono stati due escursionisti francesi, entrati nella riserva con lo spirito audace dei viaggiatori di un tempo, ma forse con meno esperienza di quanto la natura selvaggia richieda. Jean e Marie, così li chiameremo, erano partiti di buon mattino, attrezzati di tutto punto, ma una serie di errori di valutazione li ha portati fuori rotta. In questi luoghi, dove i sentieri possono sembrare infiniti e i punti di riferimento svaniscono come miraggi, è facile smarrirsi. Il caldo, la stanchezza, e forse una cartina non aggiornata hanno fatto il resto. Quando ci si trova in difficoltà, però, la tecnologia moderna può diventare un prezioso alleato. 

  Il telefono cellulare, spesso criticato per il suo ruolo onnipresente nelle nostre vite, è diventato lo strumento di salvezza per Jean e Marie. Una chiamata di emergenza ha messo in moto la macchina dei soccorsi. L'elicottero del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) si è alzato in volo, guidato dalla voce tremante ma precisa dei due escursionisti, descrivendo un panorama che dai cieli sembra una tavolozza verde senza fine. Il soccorso alpino, abituato a sfide ben più ardue sulle vette innevate, ha coordinato le operazioni con la consueta efficienza. In pochi minuti, l'elicottero ha individuato i due, segnalati dalle loro stesse voci e dal riflesso dei giubbotti colorati. Atterrati con la precisione di un ballerino sul palcoscenico, i soccorritori hanno trovato i due escursionisti disidratati e spaventati, ma tutto sommato in buone condizioni. 

  Un abbraccio di gratitudine, e poi il volo verso la sicurezza. Per Jean e Marie, l'avventura sarda si è conclusa con un insegnamento prezioso e con una storia da raccontare. Per i soccorritori, un altro giorno di lavoro, un'altra dimostrazione di come la natura, per quanto incantevole, possa essere insidiosa e imprevedibile. E così, nelle terre dove una volta dominavano nuraghi e leggende, oggi il coraggio e la competenza dei nostri soccorritori continuano a tessere storie di salvezza e umanità. Storie che ricordano, a noi tutti, l'importanza di rispettare la natura e di prepararci adeguatamente prima di avventurarci nelle sue braccia.

Cronaca

Dramma a Sinnai: Giovane uccide la madre a coltellate
  Un pomeriggio di sangue a Sinnai. In via Monte Genis, un giovane ha brutalmente ucciso la madre con numerose coltellate. È successo poco dopo le 16, all'interno della loro abitazione. Il figlio, il carnefice, è stato immediatamente fermato dai carabinieri, che sono intervenuti sul posto.   Un episodio che scuote...

Italia: Ecatombe nelle carceri, 44° suicidio dall'inizio dell'anno
  Un urlo di dolore si leva dalle mura di Bancali, a Sassari. Un detenuto, sopraffatto dalla disperazione, ha scelto di sfuggire alla sua prigionia impiccandosi con le lenzuola nel reparto ospedaliero dell'istituto penitenziario. Questa morte segna il 44esimo suicidio tra i detenuti in Italia dall'inizio dell'anno, e il quarto in poco più di 2...

Tragico incidente a La Maddalena: Giovane ufficiale della marina perde la vita
  L'alba ha portato con sé una tragica notizia per La Maddalena. Pietro Stipa, giovane ufficiale della Marina originario di Grosseto, ha perso la vita in un incidente in gommone. Alle prime ore del mattino, il gommone su cui viaggiava con una ragazza, rimasta illesa, si è schiantato contro degli scogli affioranti. La Guardia Costiera ha recupe...

Clamoroso ad Alghero: Turisti intrappolati tra i gradini del porto
  Alghero, Via Garibaldi - Il dramma del turismo moderno è un po' come quello dell'avventura: a volte ci si sente come Indiana Jones, altre volte come Mr. Bean. Ed è proprio quest'ultima la sensazione che deve aver provato una coppia di turisti stamattina, quando, anziché imboccare la strada per il porto, hanno deciso di sperimentare un nuovo ...

Alghero: scoperto artista digitale che evade 120mila euro al fisco
  Ad Alghero, la Guardia di Finanza ha scoperto un artista digitale che ha evaso il fisco per ben 120mila euro. L’artista, operante nel settore della crypto art e degli NFT, ha realizzato oltre 20 vendite di opere digitali utilizzando criptovalute, in particolare Ethereum. Le transazioni non erano state dichiarate al fisco, sfruttando l’anonim...

Rapina in centro a Cagliari: il dramma dell'insicurezza
  Ancora una volta, violenza a Cagliari. Due giovani di origine tunisina sono stati arrestati per aver tentato di rapinare un minorenne vicino a piazza del Carmine. La polizia, analizzando i filmati delle telecamere, è riuscita a individuare e fermare i responsabili. Hanno strappato una catenina d'oro dal collo della vittima e sono fuggiti. Qu...

Capo Teulada: Barca di migranti si incaglia - un altro segnale del caos migratorio
  La scorsa notte, una barca con 18 migranti algerini si è incagliata tra gli scogli di Capo Teulada, Sardegna. La Guardia di Finanza è intervenuta prontamente, soccorrendo i migranti, tra cui un minore e un disabile, trasportati poi in ospedale. Gli altri sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir. &n...

Bloccata la linea ferroviaria turistica di Bosa
Il ponte di ferro che sovrasta la SS 129 Bis, fondamentale collegamento tra il Margine e la Planargia, ha subito gravi danni nei giorni scorsi. Un mezzo pesante ha causato il danno, dileguandosi senza denunciare l'incidente, lasciando dietro di sé una situazione critica.Inizialmente, si sperava in un rapido ripristino del ponte. Tuttavia, le prospe...