Elezioni, Agus (Progressisti): "Solinas allergico alla legge, viola il divieto di propaganda"

  "Le pubbliche amministrazioni, ai sensi della L.28/2000 e della L.81/1993 non possono svolgere attività di comunicazione e di propaganda, ancorché inerente la loro attività istituzionale. L’astensione deve riguardare “tutte le attività non indispensabili” ed è in vigore dalla data di convocazione dei comizi. E invece: domani mattina la Presidenza della Regione, la Ares e la Asl del Medio Campidano celebreranno la “posa della prima pietra” dell’Ospedale di San Gavino.

  Un’attività comunicativa evidentemente fondamentale che non poteva assolutamente essere rimandata di qualche giorno senza creare chissà quale disagio ai cittadini sardi. È evidente come in realtà si tratti solo di un pretesto per utilizzare il ruolo istituzionale per il proprio tornaconto elettorale. Più o meno quello che ha già fatto due giorni fa a Cagliari, anche se con pochissimo successo e rilevanza mediatica.

  Probabilmente i mezzi di informazione si sono accorti che i due tomografi consegnati all’ospedale Brotzu non fossero in realtà niente di speciale e che strumenti simili siano già disponibili anche in studi privati a pochi km dall’ospedale. E che palesemente la conferenza stampa fosse solo un modo per provare a propinare ai sardi le solite bugie (“nuovi ospedali!”, “nuove assunzioni!”, “subito gli atti aziendali!”, “va tutto bene!”). Dal punto di vista elettorale siamo certi che questi abusi non porteranno nemmeno un voto al partito del Presidente (lo ricordiamo per chi volesse evitare di votare per lui: è la Lega Nord). Come accadde al pastore della favola di Esopo nessuno crederà a chi si è fatto riconoscere nel recente passato per essere un bugiardo cronico. 

  Resta il fatto intollerabile del disprezzo della legge perpetrato da chi, ricoprendo un’alta carica, se ne sente dispensato. Per questo nelle prossime ore presenteremo un esposto al CORECOM per segnalare la violazione. Consigliamo quindi al Presidente di annullare la conferenza stampa in programma. Magari può trovare una scusa, come quelle che da tre anni gli impediscono di partecipare ai lavori del Consiglio regionale, della Giunta e della conferenza Stato Regioni."

Cronaca

La polizza che non c'è - Due campani truffano una donna di San Sperate
  Ieri a San Sperate, a conclusione di alcune indagini scaturite dalla denuncia querela presentata da un quarantottenne del luogo, impiegato, incensurato, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per truffa aggravata, una ventottenne napoletana nota alle forze dell'ordine e un suo concit...

UIL FPL: Fulvia Murru eletta nella segreteria nazionale
  La segretaria generale della Uil Fpl Sardegna Fulvia Murru farà parte della nuova segreteria nazionale della Uil Fpl. L’elezione è avvenuta durante il VI Congresso Nazionale che si è concluso oggi al Tanka Village di Villasimius. La Uil Fpl rappresenta oltre 150.000 lavoratrici e lavoratori della Sanità, delle Funzioni Locali e del Terzo Set...

Delegazione tunisina in Sardegna per progetto di cooperazione internazionale
  Ghomrassen Governatorato di Tataouine e Matmata Governatorato di Gabes. La visita ha come obiettivo quello di consolidare il rapporto di cooperazione internazionale avviato tra Sardegna e Tunisia e le varie istituzioni coinvolte per l’emancipazione delle donne e l’uguaglianza di genere. La delegazione, composta da Olfa Guedidi Sindaca di...

Alghero: Scontro all’incrocio fra tre auto: tre persone ferite
Tre persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto nella mattinata di oggi, venerdì 30 settembre, all'incrocio tra via Leonardo Da Vinci e via Carrabuffas, ad Alghero. Per cause da accertare, tre autovetture si sono scontrate. La squadra dei vigili del fuoco ha provveduto a mettere in sicurezza le vetture coinvolte, mentre il personale del 118 ha soccorso le tre persone ferite. Sul posto presente la polizia locale. Il traffico ha subito rallentamenti.

Piu (Progressisti): “A Sassari ore di assistenza disabili a scuola insufficienti"
  “Le ore di assistenza, nelle scuole del primo ciclo di istruzione, di educatori e oss non sono sufficienti – segnala Antonio Piu, consigliere regionale dei Progressisti – il comune non può rimbalzare le responsabilità alla Regione. Ricevo diverse segnalazioni di genitori e assistenti che mi dicono che, nonostante l’anno scolastico sia inizia...