L'Aou e la Asl intervengono sul Marino: le sale operatorie non sono a norma

  "Si scelga una qualsiasi altra azienda del sistema sanitario regionale alla quale affidare la struttura di via Lido, ma la situazione dell'ospedale Marino di Alghero non potrà essere diversa e le sue sale operatorie continueranno a essere, sempre, non a norma. Una situazione che richiede una ristrutturazione e un adeguamento". Rispondono così l'Azienda ospedaliero universitaria e la Asl di Sassari alle dichiarazioni, riportate in queste ore su alcuni quotidiani on line, che vorrebbero spostare la gestione del nosocomio che si affaccia sulla rada della città catalana dall'Aou alla Asl. Davanti a questo stato di fatto, per garantire la sicurezza dei pazienti e dei lavoratori l'Azienda a luglio ha approvato un progetto esecutivo per la ristrutturazione e adeguamento del blocco operatorio. 

  Il 3 agosto ha pubblicato la gara per i lavori sul Mepa che ha come scadenza il 16 settembre. L'obiettivo dell'Azienda di viale San Pietro è quella di chiudere la procedura di aggiudicazione entro il mese di ottobre e avviare così i lavori che avranno una durata di 105 giorni. Per ristrutturare e adeguare la prima delle tre sale saranno necessari circa 984mila euro. Una volta concluso questo iter sarà avviato quello per le altre due sale operatorie. Alla fine dei lavori, l'ospedale "Regine Margherita" avrà a disposizione tre nuove sale ISO 5 e un complesso operatorio tra i più moderni e tecnologici della Sardegna. La temporanea interruzione delle attività nelle sale operatorie era arrivata tra febbraio e marzo, dopo una segnalazione da parte del responsabile dell'Anestesia dell'Asl di Sassari che aveva fatto presente come la struttura non fosse sicura. Un successivo sopralluogo dell'Ufficio tecnico dell'Aou di Sassari aveva confermato come le sale operatorie del Marino non fossero a norma. 

  Quindi il responsabile per la sicurezza, la prevenzione e la protezione sui luoghi di lavoro (Rspp) dell'Aou aveva escluso la possibilità di adibire quei locali a uso sanitario, in quanto privi dei requisiti indispensabili. La via della chiusura temporanea per un loro adeguamento era quindi naturale. La direzione strategica dell'Aou, in collaborazione con la Asl di Sassari, ha perciò spostato temporaneamente gli interventi chirurgici degli ortopedici all'ospedale Civile, dove sono presenti gli anestesisti rianimatori. I pazienti rimangono qui per 36 ore – periodo di tempo considerato critico dopo un intervento – e vengono seguiti dagli ortopedici del Marino per il tempo necessario. Quindi fanno rientro all’ospedale di via Lido. I pazienti potranno essere operati al Marino soltanto una volta che saranno pronte le nuove sale operatorie. L'Aou di Sassari, infine, come già ampiamente comunicato a più riprese, da gennaio di quest'anno, cioè in soli sei mesi - dal momento del passaggio della struttura dalla Asl all'Aou come previsto dalla legge 24/2020 - ha investito nel Marino 1 milione e 300mila euro di fondi propri ai quali si aggiungono 4,5 milioni di euro finanziati dalla Regione e che serviranno alla rinascita dell'ospedale che presenta notevoli criticità.

Cronaca

Mattarella ad Alghero: "Difficile non tornare"
  “Difficile non tornare ad Alghero”, sono le prime parole del Capo dello Stato Sergio Mattarella che arriva nella Riviera del Corallo per il periodo delle ferie estive. Un ritorno gradito, sottolineato dal “bentornato in città” del Sindaco di Alghero Mario Conoci al quale Sergio Mattarella ha risposto con ulteriore segno di affetto e di gradi...

Bentornato presidente - Mattarella ritorna ad Alghero per le vacanze estive
Il Capo dello Stato è atterrato nello scalo militare dell'aeroporto di Alghero da dove raggiungerà la residenza che lo ospiterà per una sua breve vacanza, si parla di una decina di giorni, che è la residenza dell'Aeronautica Militare a Porto Conte. Location storica per l'Arma Azzurra che ai tempi del secondo conflitto mondiale veniva utilizzata qua...

Pnrr: Mura (Pd), risorse a scuola Sardegna da Governo affondato da Lega
  “Spudorata e bugiarda la corsa della Lega sarda a mettere il cappello sui soldi del Pnrr per le scuole dell'Isola: quelle risorse arrivano grazie al Governo che Salvini ha affondato in Parlamento. Il segretario della Lega ripete e si appropria di quanto ha già spiegato il ministro Bianchi sul Piano scuola 4.0, invece di riconoscere il lavoro...

Italia in corsa per la vittoria finale a Sassari
  Mentre l’astro luminoso elargisce gli ultimi raggi prima di essere annientato dall’orizzonte, Lu Fangazzu si tira a lucido per il settimo giorno consecutivo di Sardinia Cup. Nell’ora più attesa, quando i fusti nostrani cominciano ad ammiccare con il cloro, la forte commistione di amorosi sensi con tutte quelle facce festanti a pochi passi, f...

Cagliari: Furto da Maury's finito male
  Ieri a Cagliari, i carabinieri della Stazione di Pirri, al termine di un intervento su strada e dei successivi accertamenti, hanno tratto in arresto per i reati di furto aggravato e violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno, un 34enne di Selargius, disoccupato con precedenti...

Elmas: 39enne denunciato per "piccolo" spaccio
Ieri a Selargius, i carabinieri della Stazione di Sant'Avendrace, al termine di una breve indagine, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 39enne di Elmas, disoccupato con precedenti denunce a carico. In particolare ...